Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il M5S scrive alla Regione per chiedere controlli sulla qualità dell’aria

Scritto da Redazione il 5 dicembre 2014 in Agro Nocerino,Smog&Traffico,Territorio. Stampa articolo

noceraNocera. Il gruppo degli attivisti del Movimento 5 Stelle di Nocera Inferiore (SA) ha deciso di scrivere al Dott. Michele Palmieri della Regione Campania, quale referente della Direzione Generale Ambiente ed EcosistemaDipartimento della Salute e delle Risorse Naturali 52 per chiedere spiegazioni in merito alla mancanza di informazioni ambientali nella città dell’agro.

L’oggetto è il funzionamento delle centraline A.R.P.A.C. per il rilevamento che furono installate nel 2008 (Scuola Solimena e Parcheggio di fronte al cimitero), in quanto riteniamo che si tratti di strumenti fondamentali per monitorare la qualità dell’aria in maniera scientifica e per poter finalmente capire qual’è la situazione attuale, nonostante i controlli vadano estesi anche in altre aree urbanizzate della città.

Nel metterle in funzione, si dovrebbe prestare particolare attenzione alle aree abitate in prossimità delle zone industriali, vedi Piedimonte, dove sarebbe da rivedere anche l’attuale posizione della centralina, visto che così com’è posizionata, risulta fuori dalla portata delle correnti d’aria.

Tra le varie domande che ci siamo posti, le più importante sono:

  1. A distanza di 6 anni, sono finalmente funzionanti? O almeno entro quanto tempo lo saranno?
  2. Ci sono in atto altri sistemi di rilevamento della qualità ambientale che vengono svolte regolarmente dall’ARPAC o dall’ASL, in particolare a queste aree limitrofe alla zona industriale, nelle zone di svincoli stradali e dove ci sono alte densità abitative?
  3. Se si, è possibile conoscere i dati dei vari rilevamenti effettuati, vedendoli finalmente pubblicati sul sito degli enti preposti e sapere se impianti speciali, quali inceneritori, depuratori, ripetitori telefonici e linee elettriche ad alta tensione possano contribuire al proliferare di tumori e malattie allergiche?

In attesa di conoscere le risposte da chi di competenza, cerchiamo di non abbassare la guardia, TUTTI INSIEME, in merito a tutti i fattori che potrebbero influire sulla salute e la qualità di vita in concomitanza dell’inquinamento, oramai conclamato, dei torrenti Solofrana e Cavaiola” scrivono i pentastellati nel comunicato stampa.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA