Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il Sud fa squadra con il progetto “Rete siti UNESCO”

Scritto da Redazione il 10 dicembre 2014 in Attualità,Evidenza,Territorio. Stampa articolo

siti unesco salernoSalerno. È stato ammesso a finanziamento da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali il progetto “Rete Siti UNESCO”, presentato dall’Associazione Province UNESCO Sud Italia,di cui la Provincia di Salerno è uno dei partner principali.

L’iniziativa, elaborata in collaborazione con la Provincia di Matera, che ne è capofila, è stato approvato classificandosi al settimo posto tra le oltre quattrocento richieste pervenute. Nei prossimi giorni sarà perfezionato l’iter propedeutico all’avvio delle attività previste dal programma. Il prossimo 19 dicembre a Matera i partner del progetto si incontreranno per assumere decisioni operative sulle azioni di valorizzazione e promozione da avviare. La presenza della Provincia di Salerno nel Progetto si inquadra nel percorso intrapreso dalla città lucana che sarà capitale della cultura nel 2019.

Esprimo una grande soddisfazione per il risultato ottenuto dall’Associazione Province Unesco. La valorizzazione e la promozione del cilento unesconostro enorme patrimonio culturaleafferma il Presidente Giuseppe Canfora –  è fondamentale per invertire la tendenza,  soprattutto nel campo dell’occupazione giovanile. E’ appena il caso di ricordare che oltre il 50% del territorio della nostra Provincia è patrimonio dell’umanità nei due siti della Costiera Amalfitana e del Parco del Cilento e del Vallo di Diano e degli Alburni, con Paestum e la Certosa di Padula. Sono fiducioso che la sinergia con le altre entità territoriali del nostro Mezzogiorno  contribuirà a favorire lo sviluppo che perseguiamo da troppo tempo, considerato che gran parte dei siti UNESCO si trovano, appunto, nelle Regioni del Sud Italia e non sempre sono stati adeguatamente utilizzati per produrre lavoro e benessere”.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA