Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Paganese, D’Eboli batte due colpi: arrivano Franco e Donida. Sottil perde De Liguori

Scritto da Redazione il 31 gennaio 2015 in Calcio,Paganese,Sport. Stampa articolo

DEboli_PaganeseUn mercato importante. La Paganese continua a rinforzarsi, alla ricerca dei colpi giusti per centrare il prima possibile quel discorso “salvezza”, complicatosi e non poco dopo le ultime prestazione della squadra campana. A secco di vittorie da ben cinque turni, gli azzurrostellati in questo nuovo anno hanno dimostrato un bel po’ di difficoltà nel costruire gioco, perdendo anche la solidità difensiva che aveva contraddistinto la truppa di Sottil nella prima parte di stagione.

Le cessioni di Herrera, Bocchetti e Caccavallo avevano spaventato e non poco i supporters della “Stella”, contrariati da un mercato che sembrava puntare al ridimensionamento più che al rafforzamento della rosa. I colpi Perna, Malaccari ed Aurelio hanno smentito il tutto, con il ds D’Eboli che sembra ancora non aver finito il lavoro. L’uomo mercato della Paganese ieri infatti ha ufficializzato altri due colpi: parliamo del mediano classe ’94 Franco e del terzino sinistro Donida. Franco, scuola Napoli, arriva in prestito secco dallo Spezia fino al termine della stagione, dopo l’esperienza non proprio indimenticabile con la maglia della Torres in questo primo semestre di stagione. Di ben altro rilievo invece è l’affare Donida, ex Lecce e con ben nove presenze quest’anno in maglia giallorossa, che ha bruciato in extremis l’arrivo in maglia azzurrostellata di Gigi Pezzella, terzino della Salernitana.

Un colpo per reparto, in attesa dell’attaccante che potrebbe essere ufficializzato nelle ultime ore di mercato. In pole resta Emanuele Santaniello, attaccante classe ’90 in forza alla Torres, ma occhio anche alla pista che porta a Bruno Petkovic, bomber attualmente al Varese ma di proprietà del Catania. In uscita, Schiavino è vicinissimo alla Torres, Armenise è ad un passo dalla Reggina mentre resta da valutare anche la situazione di Malcore, desideroso di mettersi in mostra altrove. Blindato invece Matteo Calamai che, nonostante l’interesse di Arezzo, Bassano e Teramo, resterà a meno di un’offerta irrinunciabile.

Per quanto riguarda il campo, Sottil continua a preparare il derby di domenica con la Casertana. Il tecnico di Venaria Reale rischia di dover rinunciare sia a Vinci che a De Liguori. L’esterno non ha ancora smaltito l’affaticamento muscolare mentre l’ex Savoia è ancora k.o. per una sindrome influenzale che rischia di fargli saltare la terza gara consecutiva. Sottil, comunque, non rinuncerà al suo 4-3-3 con Moracci e Perna coppia centrale di difesa mentre Tartaglia e uno fra Armenise e il recuperato Cancellotti saranno i due terzini. A centrocampo Baccolo e Calamai saranno i due interni e agiranno ai lati di Malaccari, in vantaggio su Bergamini. In attacco il tridente sarà composto da Aurelio, Girardi e Bernardo, con Longo pronto a subentrare a partita in corso.

Sabato Romeo

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA