Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il “Ruggi” perde 200 posti letto e 600 operatori: indetto lo stato di agitamento

Scritto da Redazione il 4 febbraio 2015 in Lavoro,Ospedali,Salerno,Sanità,Servizi,Sociale,Territorio. Stampa articolo

ospedale-salerno-ruggi_01[1]Salerno. Il “San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona”, ospedale e Azienda Ospedaliera Universitaria di Salerno, ha indetto lo stato di agitamento.

Il Pronto Soccorso è in una grave situazione, che coinvolge tutte le Unità Operative: Pronto Soccorso, Obi – Osservazione breve infantile -, Chirurgia, Urgenza-generale, Traumatologia, Ginecologia, Ostetricia, a causa della carenza di personale e dei tagli fatti sul numero dei posti letto: il Ruggi ha perso 200 posti letto e 600 operatori.

A monte il disinteresse della Regione Campania, che nel luglio 2013 aveva preso accordi con organizzazioni sindacali regionali e provinciali riguardo il reclutamento di personale.

La grande disattenzione della Regione è tale che questa, anche dopo gli accordi presi a Napoli con la Direzione generale del “Cardarelli” e degli altri Presidi sulla emergenza Pronto Soccorso, lascia il “Ruggi” di Salerno in una situazione difficile.

La disattenzione si avverte anche nei diritti ai lavoratori.

Tutto il personale è in stato di agitazione e chiede un incontro urgente in sede regionale alla presenza del Governatore della Struttura Commissariale e del Direttore generale dell’Aou – Azienda Ospedaliera Sanitaria -di Salerno.

Raissa Pergola

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA