Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Paganese, a Messina con tanti volti nuovi e una tradizione da rispettare

Scritto da Redazione il 6 febbraio 2015 in Calcio,Paganese,Sport. Stampa articolo

sottil_paganesePartirà questa mattina la Paganese in vista della delicata trasferta di Messina. La squadra azzurrostellata, su ordine di mister Sottil, ha preferito anticipare di qualche ora la partenza per evitare la forte nevicata prevista tra la Calabria e la Sicilia . Ragion per cui la rifinitura di questa mattina non sarà effettuata come di consueto a Bracigliano, bensì a Montalto per poi raggiungere la città sicula nel pomeriggio. Una trasferta partita non con i favori del pronostico ma con una tradizione positiva da rispettare. Nei cinque incontri tra le due società infatti, la Paganese ha sempre portato a casa il bottino pieno, battendo due volte i siciliani a domicilio e tra le mure amiche nei restanti tre precedenti (l’ultimo è l’uno a zero firmato Caccavallo nel girone d’andata).

Il tecnico di Venaria Reale ha motivato e non poco i suoi in vista di una settimana resa assai complicata dalle ultime vicende di mercato e da un match che si prospetta assai infuocato. Il Messina infatti, naviga nei bassifondi della classifica e una vittoria nello scontro diretto di domani avvicinerebbe e non poco il rischio play-out per Girardi e compagni. Sottil comunque ha provato a soffermarsi a lungo sulle questioni tecnico-tattiche, salendo sul bus che accompagnerà i suoi uomini in Sicilia con qualche dubbio di formazione.

Il coach della “Stella” infatti dovrà fare a meno di Vinci, fermato dal Giudice Sportivo, e deve valutare con estrema attenzione le condizioni di Aurelio, Calamai, Deli e Bolzan. Tutti e quattro sono stati convocati ma, se per i primi due l’influenza che li ha colpiti non preoccupa, per il terzino sinistro e il trequartista offensivo i malanni muscolari sono ancora oggetto di studio da parte dello staff medico. Sottil comunque sembra intenzionato a non voler rischiare, promuovendo ancora il suo 4-3-3. Davanti a Marruocco, Donida e Tartaglia agiranno sugli esterni mentre Perna e Moracci saranno i due centrali difensivi. A centrocampo conferme per il trio Malaccari – Baccolo – Calamai, con quest’ultimo in vantaggio nel ballottaggio con Bergamini. In attacco Aurelio e Longo, favorito sul neo-arrivato Santaniello, giocheranno ai lati di bomber Girardi, punta di diamante del club azzurrostellato dopo l’addio di Bernardo.

Non ci sarà invece Alessandro Armenise. L’esterno sinistro, scaricato da Sottil dopo gli errori con la Reggina e la Lupa Roma, ha rifiutato negli ultimi giorni le offerte di Salernitana, Prato, Reggina e Messina, con la speranza di potersi giocare ancora le sue chance in maglia azzurra. Una scelta che ha mandato però su tutte le furie la dirigenza campana, pronta a rescindere il contratto con un calciatore considerato ormai un “separato in casa”.

Sabato Romeo

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA