Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Mara Carfagna: “dobbiamo uscire dalle stanze dei partiti e andare incontro alla gente”

Scritto da Redazione il 7 febbraio 2015 in Evidenza,Politica. Stampa articolo
1513177_10205048517924458_2491532212240845383_n

L’inviata del Corriere di Salerno, Raissa Pergola, con Mara Carfagna

In occasione del convegno dal titolo “How law is gendered? Tutela della donna fra diseguaglianze formali e sostanziali”, tenutosi ieri pomeriggio presso l’Università degli Studi di Fisciano, presenziato dall’onorevole Carfagna, la coordinatrice provinciale Forza Italia ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa.

Rispetto al tema dell’incontro, ovvero il superamento delle distinzioni di genere, l’onorevole ha tenuto a precisare che, nonostante esista un piano normativo, comunitario e nazionale, articolato e puntuale, che sancisce la parità tra uomini e donne, questa parità è ancora lontana, sia nel mercato del lavoro, sia nelle istituzioni sia nell’ambito familiare, dove la discriminazione si esprime sotto forma di una violenza perpetrata in diversi modi, da quella psicologica a quella economica, da quella fisica a quella sessuale.

In vista delle eventuali elezioni comunali a Salerno, la Carfagna ha dichiarato che Forza Italia si presenterà fiera della sua storia, degli ideali che in questi due anni ha portato avanti, fino alla costituzione di un coordinamento cittadino, prima inesistente o comunque debole e autoreferenziale, formato da professionisti, guidato da Antonio Roscia.

In progress il progetto di una piattaforma programmatica che vada incontro agli interessi dei cittadini. “Vedo troppi dibattiti autoreferenziali, troppe bieche di partito. Il dovere che noi abbiamo è quello di uscire dalle stanze dei partiti e di andare incontro alla gente”.

Alle Regionali, invece, Forza Italia si presenterà, dichiara la coordinatrice provinciale, “con l’orgoglio di aver fatto bene in questi cinque anni, grazie alla buona amministrazione messa in campo da Stefano Caldoro e della sua squadra, una buona amministrazione che ha permesso di riparare i danni causati dalla sinistra, di ripianare il deficit sanitario, di porre le condizioni per avviare lo sviluppo e il progresso di questa regione”.

Riserve poco velate sulla candidatura alle Primarie e sull’operato di De Luca: “Abbiamo imparato a conoscere la perseveranza del Sindaco De Luca che spesso scade e cade in un’arroganza difficile da giustificare.”

“Non possiamo che giudicare negativamente – aggiunge – il suo operato politico. La nostra ambizione, la nostra speranza è di restituire Salerno ai suoi cittadini, che devono sentirsi tali indipendentemente dalla tessera di partito che hanno in tasca“.

Non sarà capolista in Regione, ma la vedremo in prima linea al fianco di Caldoro e pronta a sostenere Forza Italia e la coalizione di centro-destra.

Alla luce della situazione di crisi in cui verte il nostro Paese e in occasione dell’elezione del nuovo capo dello Stato, il Corriere di Salerno ha chiesto alla coordinatrice provinciale: “Cosa si aspetta dal nuovo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella?”

“Mi aspetto quello che lui ha dichiarato nel discorso che ha fatto, di alto profilo e di alto respiro, e cioè che sia il Presidente di tutti, che possa ripianare le lacerazioni della società italiana e anche della politica italiana. Mi è piaciuto molto il richiamo che ha fatto alla necessità di far vivere la Costituzione nel quotidiano, attraverso l’affermazione di quei principi e di quei valori che sono sanciti nella Costituzione a cominciare, giusto per essere in tema, dalla necessità di liberare le donne da ogni forma di violenza e di discriminazione”

In merito all’appello lanciato dal rettore Tommasetti sull’intervento della politica che non deve abbandonare l’Università, la Carfagna dichiara di essere stata sempre in campo per sostenere le istanze che provengono da istituzioni importanti come l’Università.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA