Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ceraso, scuolabus non sicuri: alt al trasporto dei bambini

Scritto da Redazione il 11 febbraio 2015 in Cilento,Scuola,Sicurezza,Sociale,Territorio,Trasporti. Stampa articolo

busCeraso. Gli agenti della Polizia stradale di Vallo della Lucania hanno controllato tre scuolabus del Comune di Ceraso, adibiti al trasporto degli alunni agli istituti scolastici vicini.

Dai controlli, partiti prima dell’orario di entrata delle lezioni, buona parte degli scuolabus è risultata sprovvista delle dotazioni di sicurezza previste dal codice della strada, rendendo pericoloso il trasporto dei bambini.

La Polizia continuerà a controllare i pullman nei prossimi giorni su tutto il territorio di competenza della Polizia stradale di Vallo della Lucania.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 Responses to Ceraso, scuolabus non sicuri: alt al trasporto dei bambini

  1. Gennaro Maione

    12 febbraio 2015 at 12:19

    Abbiamo letto la notizia pubblicata sul Vostro quotidiano telematico relativa al controllo subito dagli scuolabus adibiti al trasporto scolastico di Ceraso.
    Al riguardo, corre l’obbligo far constare quanto segue per onore della verità.
    Gli agenti hanno riscontrato l’assenza del kit di pronto soccorso su due dei tre pulmini in uso, mentre sul terzo la cassetta di medicazione era incompleta, e la mancata vidimazione dell’estintore, presente a bordo, su due dei tre pulmini (sul terzo l’estintore era correttamente vidimato).
    Quindi non pare corretto asserire che siano state rilevate “diverse infrazioni”, perchè questo modo di presentare l’accaduto fa pensare a chissà quale situazione di irregolarità e di insicurezza nel trasporto dei bambini, che invece non sussiste affatto.
    Per le piccole irregolarità, puramente formali, sopra descritte, sono state elevate, giustamente, nei confronti del titolare della ditta privata che effettua il servizio per conto dell’Ente sanzioni pecuniarie di modesto, se non minimo, importo (59 euro per ognuna delle infrazioni).
    Tutto il resto e, se permettete, è molto di più (revisioni, assicurazioni, gomme, patenti, qualificazione del conducente, accompagnatori, sistema frenante, sistema illuminante, etc. …) è stato giudicato perfettamente a posto, tanto che i mezzi non sono stati fermati ed hanno potuto continuare il servizio, che sia ieri che oggi 12 febbraio 2015 è stato effettuato senza interruzioni. Quindi non c’è stato alcun “alt al trasporto dei bambini” come si legge nel titolo della Vostra notizia.
    Ci spiace che abbiate pubblicato la notizia data dall’emittente Tv Sette senza riscontrarla direttamente alla fonte, magari intervistando il titolare della ditta o chiamando il competente ufficio comunale o il Comando dei Vigili Urbani, per accertare con precisione cosa era accaduto, quali irregolarità erano esattamente state contestate e che tipo di sanzione fosse stata elevata a fronte delle infrazioni rilevate.
    Siamo certi che vorrete pubblicare questa nota per assicurare una quanto più corretta informazione al pubblico ed evitare di alimentare allarmismi ingiustificati, come è avvenuto, perchè la notizia ha avuto subito, non si sa come, una notevole diffusione sui quotidiani in rete, ma è stata riportata da tutti in modo troppo vago e, quindi, tale da dare luogo a possibili interpretazioni distorte da parte del lettore.
    Distinti Saluti.
    Avv. Gennaro Maione
    Sindaco del Comune di Ceraso

    • Jessica Molano

      12 febbraio 2015 at 18:02

      Riteniamo che rispetto a ciò che il Sindaco ha commentato, l’articolo da noi pubblicato risulti veritiero, in quanto è stata riportata la situazione così come è nella realtà, in base alle rilevazioni condotte dalla Polizia stradale di Vallo della Lucania.
      Il Sindaco con questo commento inviato alle principali testate probabilmente fa riferimento ad altri colleghi che hanno riportato la notizia in maniera distorta.