Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Campania, Capaccio propone la sospensione delle Primarie

Scritto da Redazione il 12 febbraio 2015 in Campania,Politica,Territorio. Stampa articolo

primarie-pd-640Damiano Capaccio ha chiesto la sospensione delle consultazioni interne per sospetti brogli.

Le candidature per le primarie del Pd devono essere sottoscritte da 50 tesserati dell’anno 2013, così finalmente si è scoperto che nel 2013 il Partito democratico commissariato e senza sezione in un solo giorno a tavolino ha tesserato 1773 cittadini di cui 82 di cittadinanza bulgara e rumena“, si legge sul suo profilo Facebook.

Una vergogna immane – afferma Capaccio – E tra i fautori dei tesserati fasulli tre si propongono alle Primarie: lascio a voi i possibili nomi”.

 

Come si legge su La Città, Capaccio fa riferimento a gli attuali aspiranti candidato Sindaco Antonio Cuomo, Cosimo Cicia, Adolfo Lavorgna e Luca Sgroia.

Chissà perché – continua Capaccio – non hanno accettato marocchini, algerini, tunisini, ucraini, albanesi, bielorussi, Pakistani… Se può consolare non hanno accettato neppure i militanti storici del partito, soprattutto se erano critici verso l’amministrazione”.

Capaccio proporrà ai vertici del partito “la sospensione delle Primarie e l’istituzione del tavolo del centrosinistra per l’individuazione di una personalità di alto profilo etico e di comprovata moralità. Esiste un problema di legalità che deve essere affrontato sul piano politico e per i malfattori con una risposta giudiziaria“.

Sarebbe interessante – aggiunge – rendere pubblico l’elenco per vedere la faccia di molti che a loro insaputa si trovano iscritti al partito e non sanno chi è stato il loro benefattore, un rebus che non li farebbe dormire”.

A noi poveri militanti derisi e dimenticati – conclude – non ci rimane che chiedere al Segretario provinciale chi ha pagato quel tesseramento e per quale lodevole ragione. Ma non dobbiamo aspettare molto, la vicenda del tesseramento della città di Ercolano non è un episodio isolato, ma un malcostume che frequentemente sfocia nella illegalità“.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA