Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Agropoli, non omologato il pari con il Due Torri. Rigoli: “Ora pensiamo alla Neapolis”

Scritto da Redazione il 13 febbraio 2015 in Calcio,Sport. Stampa articolo

cerruti_presidente_agropoliContinua a destare polemiche il pari fra Agropoli e Due Torri di domenica scorsa. La Lega di Serie D ha infatti deciso di non omologare lo 0-0 del Guariglia dopo il ricorso presentato dal club campano. I delfini infatti, hanno chiesto ulteriori verifiche sul tesseramento di due calciatori del club siciliano. Parliamo di Matinella, in campo dal primo minuto, e di Lima, subentrato nella ripresa. Ora toccherà alla sezione tesseramenti del tribunale federale nazionale fare chiarezza sulla vicenda e magari consegnare all’Agropoli due punti fondamentali nella rincorsa all’Akragas, attualmente a +6 sulla compagine cilentana.

Intanto mister Rigoli sta preparando la delicata trasferta con la Neapolis di domenica prossima. Il tecnico dovrà reinventarsi la difesa, viste le squalifiche per un turno di Panini ed Alfano. L’ex Akragas, attraverso le pagine del sito ufficiale del club azzurro, ha parlato del pari con il Due Torri e dello scontro diretto ormai alle porte. “Ho avuto modo di rivedere la gara e le impressioni che avevo avuto dal campo hanno trovato conferma, almeno per il mio modo di valutare. Per me, ad una squadra che costruisce 5-6 palle gol nitide, conquista almeno due rigori netti e viene fermata da un super portiere e da un arbitraggio non all’altezza, non si puo’ rimproverare nulla o quasi. Forse nella prima frazione potevamo e dovevamo essere piu’ decisi e incisivi, ma nel secondo tempo abbiamo giocato a una porta sola“.

Il trainer dei delfini ha poi sentenziato. “Siamo già proiettati alla prossima sfida con la Neapolis. Ci giocheremo molto e, nonostante le assenze di Alfano e Panini, sono convinto che diremo la nostra contro una squadra al livello di Akragas e Torrecuso. La squadra sta lavorando bene e cercheremo di fare il meglio possibile da qui alla fine senza fare calcoli. Solo alla fine tireremo le somme. Abbiamo scelto una rosa giovane e di prospettiva, bisogna avere pazienza perchè per quello che posso vedere, cresciamo come squadra, anche se dobbiamo mettere in conto alti e bassi, dati, appunto, dalla giovane età”.

Sabato Romeo

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA