Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Paganese, nuovo k.o. al “Torre”. Il Lecce passa grazie a Salvi e Di Chiara

Scritto da Redazione il 14 febbraio 2015 in Calcio,Evidenza,Paganese,Sport. Stampa articolo

sottil_paganeseSconfitta con onore. La Paganese cade nell’anticipo di Lega Pro davanti ai propri tifosi contro un Lecce cinico e spietato sotto porta. Uno 0-2 pesante, soprattutto in virtù delle occasioni sprecate dal sodalizio campano, fermato da un ottimo Caglioni e da un pizzico d’imprecisione. Sconfitta che lascia gli azzurrostellati fermi a quota 29, sempre a +4 sulla zona playout capitanata dal Melfi, impegnata quest’oggi nel match casalingo con la Salernitana.

Sottil conferma il suo 4-3-3 con Tartaglia – Moracci coppia centrale e con Donida e Vinci sugli esterni. A centrocampo recupera Malaccari mentre Bergamini vince il ballottaggio con Baccolo e completa la linea mediana. In attacco spazio al tridente Aurelio, Girardi, Longo. La gara parte su ritmi non elevatissimi, con la Paganese che si chiude a riccio in attesa di pungere al primo contropiede utile. Al 12′ però l’inerzia del match cambia. Palla lunga di Mannini, malinteso tra Moracci e Vinci, Gustavo contrasta Marruocco in uscita disperata e permette a Salvi di realizzare il gol del vantaggio a porta sguarnita. La Paganese accusa il colpo e non riesce a mettere in difficoltà la rocciosa difesa salentina. La prima occasione la crea Moracci al 24′ con un calcio piazzato da 30 metri che il portiere blocca in tuffo.

Il Lecce prova a gestire il pallone ma non rinuncia ad attaccare, lasciando campo ai locali. Al 31′ Calamai prende palla sul centrosinistra, punta e salta Lopez e fa partire un tiro secco che Caglioni respinge. Aurelio legge in anticipo la parata dell’ex Salernitana e si avventa sulla sfera, servendo Longo tutto solo in area piccola. L’esterno calcia a botta sicura ma Caglioni è fenomenale e con un colpo di reni salva i suoi. La Paganese prova a sfruttare il momento positivo ed attacca con maggiore convinzione. Al 39′ la squadra di casa recrimina un tocco di mani in area salentina non sanzionato dall’arbitro. Sul corner successivo Bergamini da pochi passi spara altissimo tra la disperazione del “Torre”. Nel finale di tempo Moscardelli sfiora il gol su punizione prima del duplice fischio di Mancini che manda le squadre negli spogliatoi.

Nella ripresa il Lecce non accelera, sfruttando la buona tecnica dei suoi centrocampisti e non permettendo ai campani di ripartire. Bollini prova la mossa Embalo per un evanescente Herrera, sorpreso per il cambio e fischiato dai suoi ex tifosi. Proprio il giovane di proprietà del Palermo sfiora al 53′ l’inzuccata vincente ma Marruocco c’è. Al 61′ Sottil fa esordire il giovane Russini al posto di uno spento Longo. L’esterno scuola Juve prova subito il gran gol con un destro a giro di poco alto. Al 67′ il “Torre” insorge per un contatto in area su Tartaglia lanciato a rete che Mancini però non sanziona facendo innervosire e non poco i calciatori in campo. Pochi istanti dopo è bravo Marruocco ad anticipare Embalo servito in profondità da Moscardelli.

Sottil gioca la carta Biasci al posto di Bergamini, ridisegnando la sua Paganese con un 4-4-2 ultra offensivo. La squadra azzurrostellata lascia ampi spazi ai salentini che all’83’ provano a chiudere i conti con un sinistro di Salvi che Marruocco blocca in presa bassa. I locali provano a sfondare sulla fasce ma sia Mannini che Walter Lopez tengono bene e ribattono colpo su colpo. Al 90′ Di Chiara chiude i conti. L’esterno fa partire un destro dai trenta metri che, favorito da un clamoroso scivolone di Marruocco, gonfia la rete e chiude i conti, lasciando alla Paganese l’amaro in bocca per una sconfitta immeritata.

PAGANESE: Marruocco, Vinci, Donida, Bergamini (dal 78′ Biasci), Tartaglia (dal 87′  Santaniello), Moracci, Calamai, Malaccari, Girardi, Aurelio, Longo (dal 61′ Russini). A disp: Casadei, Perna, Baccalo, Djibo. Allenatore: Sottil

LECCE: Caglioni, Mannini (dal 85′ Di Chiara), Lopez, Diniz, Abruzzese, Papini, Herrera (dal 52′ Embalo), Salvi, Moscardelli, Sacilotto, Gustavo (dal 60′ Lepore). A disp: Scuffia, Beduschi, Bogliacino, Filipe Gomes. Allenatore: Bollini.

Arbitro: Emanuele Mancini di Fermo

Marcatori: 11′ Salvi, 90′ Di Chiara

Ammoniti: Vinci, Moracci (P), Sacilotto, Lopez, Papini (L)

Recupero: 2′ pt, 5’st

Sabato Romeo

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA