Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Cava de’ Tirreni, deteneva e spacciava cocaina in casa: arrestato 36enne

Scritto da Redazione il 23 febbraio 2015 in Costa d'Amalfi,Cronaca,Evidenza,Territorio. Stampa articolo

spaccioCava de’ Tirreni. La Polizia di Stato di Cava de’ Tirerni, diretto dal Vice Questore Aggiunto Marzia Morricone, ha effettuato, durante il weekend appena trascorso, una specifica attività d’indagine tesa ad accertare lo spaccio di droga, da parte del cittadino cavese Giuseppe Memoli 36enne, che, previ contattati telefonici, incontrava clienti occasionali nei pressi della sua abitazione, ubicata in un vicolo del centro cittadino cavese.

È stato, quindi, disposto un servizio di appostamento e nella notte tra sabato e domenica i poliziotti hanno notato che lo spacciatore, uscito dal portone del suo stabile, si è avvicinato ad un’autovettura che era appena sopraggiunta nei pressi della sua abitazione.
Gli operatori di Polizia sono immediatamente intervenuti per controllare i due individui che, notata la loro presenza, hanno tentato di allontanarsi velocemente dal posto.

Dopo un breve inseguimento a piedi, Memoli, poco prima di essere bloccato, ha abbandonato per strada due involucri contenenti sostanza stupefacente, poi risultata essere cocaina, che sono stati subito recuperati dagli agenti e sequestrati.

In conseguenza di ciò, è stata effettuata una perquisizione presso l’abitazione del 36enne e, nella sua camera da letto, sono stati trovati e sequestrati altri 13 involucri di droga, anche in questo caso del tipo cocaina, 13 dosi di hashish, la somma di 250 euro, ritenuta provento della vendita degli stupefacenti ed un bilancino di precisione.

Giuseppe Memoli è stato arrestato perché ritenuto responsabile del reato di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti e, successivamente, è stato condotto presso il carcere di Salerno, a disposizione del Pubblico Ministero di turno presso il Tribunale di Nocera Inferiore.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA