Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Cilento, taglio di piante in area protetta e furto di legname: scatta l’indagine

Scritto da Redazione il 26 febbraio 2015 in Cilento,Cronaca,Territorio. Stampa articolo

legnaIl Comando Stazione Forestale di Capaccio-Roccadaspide, durante un servizio mirato al furto di legna, giunto in località Marco Cozzo, a Trentinara, ha sorpreso un uomo che con stava tagliando alcune piante di quercina con un motosega.

L’ispezione dei luoghi, ha portato alla scoperta che dieci piante di leccio erano state tagliate pronte per essere trafugate.

L’uomo è risultato privo di ogni autorizzazione e stava effettuando il taglio in area demaniale di proprietà del comune di Trentinara.

Sono stati posti a sequestro penale gli strumenti utilizzati per il taglio e tutta la legna, che veniva trasportata e depositata presso un sito del Comune. Il sequestro è stato convalidato dal Tribunale di Salerno. L’uomo, denunciato per furto e danneggiamento alla Autorità Giudiziaria, rischia la reclusione da sei mesi a tre anni.

Inoltre, il Comando Stazione Forestale di Laurino, ha accertato in località Calore, a Campora, su proprietà comunale, il taglio da parte di ignoti di piante di cerro, pronte per essere trafugate. Vista l’impossibilità di poter risalire agli autori del reato, è stato predisposto il sequestro di circa quaranta quintali di legna da ardere, che veniva trasportata, depositata e custodita presso un’area adeguatamente recintata di proprietà del comune.

Proseguono le indagini da parte del Corpo Forestale dello Stato, al fine di ricostruire e trovare utili elementi per assicurare alla giustizia i responsabili dei furti.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA