Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana, a Lecce con tanti dubbi di formazione. Menichini: “Trasferta temibile”

Scritto da Redazione il 11 marzo 2015 in Calcio,Salernitana,Sport. Stampa articolo

nalini_SalernitanaEsame di maturità. La capolista Salernitana sbarca a Lecce, in vista del big-match di questa sera in programma per la decima giornata di campionato di Lega Pro. Un test importante e già decisivo per testare le capacità psicofisiche della squadra campana e provare chissà l’allungo in vetta. Certo, rispetto al Benevento impegnato in casa con l’Aversa Normanna, il match dei granata risulta essere ben più complicato ma uscire vittoriosi dal “Via Del Mare”  darebbe un’ulteriore impennata al morale dello spogliatoio, già al settimo cielo dopo la bella e convincente vittoria nello scontro diretto con il Benevento.

Menichini ieri nella rifinitura tenutasi all’Arechi, ha provato a tastare il polso della squadra, soprattutto dal punto di vista fisico dopo il grande dispendio di energie nel match con i sanniti. Ad alzare subito bandiera bianca ci ha pensato Giampietro Perruli, fermatosi per un risentimento muscolare e dunque out per la sfida di stasera e  di diritto in dubbio anche per il posticipo di lunedì sera con il Matera. Uno stop al quale potrebbe aggiungersi quello ben più pesante di Andrea Nalini. L’ex Virtus Vecomp ha subito un colpo al ginocchio, è in dubbio ma la sua gran voglia di giocare ha convinto lo staff tecnico a farlo rientrare quanto meno tra i convocati. Solo stamattina o, nelle ultime ore antecedenti al match, Menichini scioglierà questo dilemma, così come gli altri che attanagliano il tecnico di Ponsacco.

L’unica certezza dovrebbe riguardare il modulo. Il 4-2-3-1 ha convinto per mole di gioco, pericolosità ma anche per la tanta copertura offerta sugli esterni. Davanti a Gori, il trainer granata dovrebbe affidarsi a Trevisan, rientrante della squalifica, e Lanzaro al centro, mentre sugli esterni conferme per Franco e Colombo. A centrocampo Moro e Favasuli hanno convinto ma è possibile che l’ex Pisa tiri un po’ il fiato e lasci spazio a Pestrin. In avanti Mendicino, Gabionetta e Calil sono sicuri di un posto. Resta da sciogliere solo il dubbio Nalini. In caso di forfait dell’esterno, chance per Andrea Bovo nell’insolito ruolo di trequartista a tutto campo. Solo panchina invece per il rientrante Maikol Negro, che ha smaltito i guai muscolari e potrebbe trovare minuti importanti a gara in corso.

Menichini ha poi presentato la sfida di questa sera attraverso le pagine del sito ufficiale del club di Via Allende. “Quella di stasera sarà un’altra tappa durissima di montagna – ha confidato il trainer – ci toccherà pedalare forte se vogliamo battere una squadra ricca di talenti e con calciatori di categoria superiore”. L’ex allenatore del Pisa ha poi emanato la sua ricetta per vincere e continuare la rincorsa alla Serie B: “E’ una gara molto temibile che dovremo affrontare in modo propositivo, cercando di togliere spazio e tempo all’avversario. Tutte le volte che abbiamo la palla dobbiamo creare difficoltà, cercando di essere pericolosi e attenti, con la stessa fame mostrata sabato nel recuperare palla e fare il nostro gioco. Stasera sarà un match fondamentale anche per il nostro futuro – conclude il tecnico – Fare un risultato importante a Lecce significa allontanare un avversario e ci potrebbe permettere di guardare alle prossime gare con maggiore sicurezza”.

Sabato Romeo

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA