Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Sala stampa, Menichini: “Una sconfitta che brucia”. Pestrin: “Eravamo scarichi”

Scritto da Redazione il 16 marzo 2015 in Calcio,Evidenza,Salernitana,Sport. Stampa articolo

menichini_SalernitanaUna sconfitta che fa male. La Salernitana crolla in casa con il Matera e fallisce la possibilità di poter riallungare a più tre sul Benevento. Leonardo Menichini, tecnico dei granata, non nasconde la sua delusione. “Sono arrabbiato. La sconfitta fa male al di là della gara disputata. Era più giustop il pari ma siamo arrivati scarichi dopo Benevento e Lecce. Poi le sostituzioni forzate di Calil e Colombo hanno fatto il resto.  Tutti fattori che hanno determinato una sconfitta immeritata. Ora però niente drammi e l’obiettivo è ripartire subito.

Calil? Lo abbiamo provato, stava bene prima di accusare questo dolore. Col senno del poi potevo fare un’altra scelta ma lo volevo in campo dall’inizio.

Schema? Loro spingevano sugli esterni e Favasuli era l’inidiziato per allargarsi. Volevamo giocare la palla ma il Matera ci ha attaccato bene e messo in difficoltà. Ci hanno fatto male con le tre punte e siamo mancati in dinamicità in mezzo al campo.

Cristea? Deve ancora integrarsi con la squadra. Lo abbiamo recuperato fisicamente ma ora bisognerà vedere se meriterà una chance. Era pronto per entrare ma il problema di Colombo ha cambiato le carte in regola. Dispiace il suo rammarico ma questa squadra ha fatto 64 punti e continua a lavorare con tanto entusiasmo.

Classifica? Abbiamo speso molto e questo Matera ha messo a nudo tutte le nostre difficoltà. Certo, non meritavamo quel gol a pochi secondi dalla fine. Ora però dobbiamo continuare a lottare per riprenderci la vetta solitaria”.

Rabbuiato anche Manolo Pestrin, capitano dei granata. “E’ stata una partita sottotono. Avevamo pensato e provato una gara diversa e dispiace aver subito una sconfitta così dopo un periodo con tante partite e quindi con tante energie perse. Da domani ripartiremo e penseremo già al Catanzaro.

Rinunciatari? Avevamo preparato un’altra partita e non siamo riusciti a fare ciò che volevamo. Dovevamo vincere ma non siamo stati bravi.Certo, aver preso il gol a pochi secondi dalla fine fa ancora più male, ma non eravamo per nulla soddisfatti della nostra prova Ora dobbiamo cancellare questa gara e ripartire subito.

Lotito? Non l’ho visto e quindi non so se ha parlato con la squadra”.

Felice invece Gaetano Auteri, tecnico del Matera: “Ci abbiamo creduti fino alla fine. Forse era più giusto il pareggio ma come all’andata, dove giocammo meglio ma la Salernitana vinse, oggi siamo riuscito a vendicarci.

Salernitana? Tre partite in otto giorni sono pesanti per tutti. Fisicamente però abbiamo tenuto bene e siamo stati bravi a cogliere l’occasione capitata all’ultimo secondo”.

Sabato Romeo

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA