Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Quali saranno le professioni del futuro? Il rapporto dell’Isfol fa chiarezza sul mercato del lavoro

Scritto da Redazione il 8 aprile 2015 in Formazione&Professioni,Lavoro. Stampa articolo

disoccupazione_lavoro_fotogrammaQuale sarà il lavoro del futuro? Verso quale occupazione è bene indirizzarci o indirizzare i nostri figli? Professioni ora molto ricercate potrebbero non esserlo più nel medio termine.

L’Isfol, l’Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori, in base alle richieste del mercato, ha individuato le 10 professioni più ricercate e quelle in declino.

Secondo l’Isol, nel 2015, il 70% delle nuove posizioni lavorative sarà occuoato da personale addetto ai servizi di igiene e pulizia, professioni a media qualifica come personale di segreteria, esercenti, addetti alla ristorazione, esercenti delle vendite all’ingrosso e personale ad elevata specializzazione come tecnici delle scienze quantitative fisiche e chimiche, tecnici delle attività finanziarie ed assicurative e specialisti in scienze giuridiche.

Perdono posizioni le professioni legate invece all’industria manifatturiera lavorazione di metalli, tessile e abbigliamento) e all’agricoltura. In particolare, secondo le previsioni Isfol, le maggiori riduzioni dovrebbero riguardare gli operai addetti a macchine di lavorazioni metalliche e per prodotti minerali e i conduttori di impianti per la trasformazione e lavorazione a caldo dei metalli, gli artigiani ed operai specializzati della lavorazione del cuoio, delle pelli e delle calzature ed assimilati.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA