Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

A tu per tu con Noi Tributo ai Nomadi

Scritto da Redazione il 14 aprile 2015 in Concerti,Spettacoli. Stampa articolo
FB_IMG_1417729867060

Michele Belmonte

Una passione cominciata a 16 anni e che ancora continua. È questa la storia di Michele Belmonte, cantante e fondatore insieme al chitarrista Cico Russo, di Noi Tributo ai Nomadi.

FB_IMG_1427871437540

La somiglianza tra Danilo Sacco e Michele Belmonte

La cover band dei Nomadi nasce dall’amicizia tra Michele e Cico e dalla passione per questa band. Il caso, poi, ha voluto che Michele mostrasse una forte somiglianza sia nel fisico, ma soprattutto nella voce, con Danilo Sacco, storico cantante del gruppo.

Michele e Cico sono i fondatori, ma non sono soli quando salgono sul palco. Come ci racconta Michele.
“Da quest’anno siamo affiancati da 3 professionisti. Alla batteria Alberico Barbarulo, al basso Nello D’Angiolillo e al piano/tastiere Mariano Castillo.
Si tratta di veri professionisti che hanno alle spalle un’esperienza trentennale come turnisti e che hanno calcato innumerevoli palcoscenici. In più occasioni hanno affiancato artisti famosi come i Righeira ed hanno suonato a Sanremo Giovani e al Festival di Castrocaro”.

20150411_190631

La band al completo

I Nomadi sono una band storica che ha accompagnato e continua ad accompagnare gli italiani e non solo. C’è un periodo in particolare a cui voi fate riferimento per creare le vostre performance?

Il repertorio dei Nomadi è decisamente vasto, 50 anni di carriera. Noi ci ispiriamo in particolar modo a due tour, ”La strada, gli amici, il concerto” del 1997 e “SOS con rabbia e con amore” del 1999; le versioni che portiamo sul palco sono appunto quelle portate nei tanti stadi e palazzetti in quegli anni.

Come create la scaletta del concerto?

“Le scalette dei concerti riprendo pari passo quelle suonate dai Nomadi, a cui poi si aggiungono i pezzi che spesso il pubblico ci chiede. Di solito non mancano mai dei pezzi cult come “Dio è morto” e “Io Vagabondo”, a cui è bello affiancare delle canzoni impegnate e portatrici di messaggi di pace come “Contro”, “La Collina” e “Lo specchio ti riflette””.

Qual è la canzone maggiormente richiesta dal pubblico?

Potrei fare un intero concerto cantando “Io Vagabondo” e il pubblico sarebbe contento. Un episodio che mi ha colpito particolare è stato quando in occasione di un concerto c’era tra il pubblico una mamma con il bambino in braccio. Appena abbiamo iniziato a suonare “Mercanti e Servi” la donna ha dato il bambino in braccio al marito ed ha iniziato a saltare per tutto il tempo della canzone”.

FB_IMG_1417444004018

Il chitarrista Cico Russo, cofondatore della band

Qual è invece la canzone a cui tu sei più legato?

“Sono molte le canzoni che mi piacciono, ma se devo sceglierne una a cui mi sento particolarmente legato è “La mia terra”. Quello che racconta questa canzone mi tocca nel profondo avendo io perso mia madre in giovane età”.

Come vive la tua famiglia questa passione?

“Si tratta di una passione condivisa con tutta la famiglia e non potrebbe essere altrimenti visto che io ascolto e riascolto le canzoni dei Nomadi per poter migliorare. Mio figlio, che ha appena 15 mesi, si diverte ad andare ad accendere lo stereo per sentire la voce del papà”.

Nonostante tu ormai canti da anni, continui a studiare.

“Certo, ascoltando le canzoni ogni volta si possono cogliere nuove sfumature. Per questo è molto importante provare continuamente. Noi proviamo almeno 2 volte alla settimana e le nostre prove sono decisamente intense: lo scorso sabato abbiamo provato per 8 ore”.

Molto importante per voi è anche l’aspetto della solidarietà.

“Sì, abbiamo organizzato due concerti di beneficenza per raccogliere fondi per i bambini malati di SMA (atrofia muscolare spinale) ed abbiamo partecipato alla raccolta fondi per Emanuele Scifo, il ragazzo di Battipaglia colpito da una rara malattia che doveva sottoporsi ad un intervento a Miami”.

IMG_73678730194368-1

Michele Belmonte sul palco

Quali sono i vostri progetti per il futuro?

Recentemente abbiamo fatto un tour nel Nord Italia. Prossimamente ricominceremo con un nuovo tour”.

Le date del nuovo tour saranno disponibili sulla pagina ufficiale della band su Facebook https://www.facebook.com/profile.php?id=100009496952046&fref=ts

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA