Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Castellabate, pesca illecita in area protetta: attrezzature sequestrate

Scritto da Redazione il 17 aprile 2015 in Cilento,Cronaca,Evidenza,Territorio. Stampa articolo

coffaCastellabate. Alle prime ore del mattino di oggi, la Guardia Costiera di Castellabate, agli ordini del Comandante Pasquale De Vita, coordinata a livello territoriale dall’Ufficio marittimo di Agropoli del Comandante Rosario Florio, ha portato a termine una operazione per fermare la pesca illecita nell’area A di riserva integrale della zona marina protetta di Castellabate.

La Capitaneria di porto ha scoperto e sequestrato varie attrezzature da pesca non consentite in quanto posizionate in zone che costituiscono un pericolo per la navigazione, ma anche perché lasciate nello specchio d’acqua che ricade nell’area marina protetta.

Si tratta di un palangaro, conosciuto comunemente con il nome di “coffa”, costituito da circa 500 ami per una lunghezza di circa 1.2 miglia nautiche.

 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA