Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Conti in rosso? Le banche non devono esigere commissioni (e si può ottenere il rimborso)

Scritto da Redazione il 3 maggio 2015 in Attualità,Evidenza. Stampa articolo

movimenti-bancariBuone notizie per i correntisti .Una sentenza che sta dalla parte dei consumatori quella emessa dal Tribunale di Torino in merito a una class action promossa in nome di 104 consumatori contro Ca’ de Sass, colpevole di aver fatto pagare una commissione ai correntisti che sono andati “in rosso” sul proprio conto

Secondo la  sentenza  la a commissione di massimo scoperto è stata vietata per legge nel 2009 ma alcune banche  l’hanno reintrodotta chiamandola in altro modo ( commissione per scoperto di conto). Il Tribunale di Torino ha confermato che questa clausola è nulla e che nessuna commissione poteva essere richiesta ai consumatori in questi casi. La commissione illegittimamente addebitata deve essere restituita ai correntisti.

Per chi si è visto addebitare le commissioni bancarie è possibile richiedere il risarcimento: tutti i i correntisti interessati possono presentare  richiesta di rimborso con un reclamo scritto; se la risposta non è soddisfacente o non arriva entro 30 giorni è sufficiente  fare ricorso all’Arbitro bancario finanziario.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

One Response to Conti in rosso? Le banche non devono esigere commissioni (e si può ottenere il rimborso)

  1. paolo

    3 maggio 2015 at 20:18

    Tutti dovrebbero saperlo .le banche tenute in piedi assurdamente col sangue della gente devojo chiudere tutte….fino a che non ci sara la nostra moneta (vera e del popolo) e sovranita…..