Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Paganese, salvezza raggiunta. Il pari col Martina vale la permanenza in Lega Pro

Scritto da Redazione il 3 maggio 2015 in Calcio,Evidenza,Paganese,Sport. Stampa articolo

sottil_paganeseObiettivo raggiunto. Non fallisce l’appuntamento con la salvezza la Paganese di Andrea Sottil che, con uno scialbo 0-0, riesce a strappare il punto necessario per sancire la sua permanenza in Lega Pro e mettersi alle spalle l’incubo playout. In una gara dominata dagli azzurrostellati, il pari sta stretto ai campani, incapaci di sfruttare la buona mole di gioco creata nel corso dell’intera gara.

Sottil conferma le anticipazioni della vigilia e schiera la sua Paganese con il 4-3-3, confermando il trio offensivo messo in campo a Catanzaro. Gli azzurrostellati mancano subito il colpo dell’1-0 con Calamai che, ben imbeccato da Deli, non riesce a girare in rete facendosi recuperare dalla difesa avversaria. I locali provano a fare la partita ma sbattono sul muro eretto dai pugliesi, dando vita così ad una gara senza emozioni. Al 22′ una fiammata dei campani con Aurelio che serve un gran pallone a Deli. Il fantasista entra in area ma ciabatta il diagonale che si perde sul fondo. Il Martina prova a mettere il naso fuori e, alla mezz’ora, manca clamorosamente il vantaggio con Diop, capace di concludere debolmente tutto solo davanti a Marruocco. Il pericolo corso spaventa la Paganese che decide di ritirare i remi in barca e chiudere il primo tempo sullo 0-0.

La ripresa si apre subito con una magia in rovesciata di Calamai, il pallone sembra varcare la linea ma è prodigioso Diop che riesce a salvare i suoi tra l’incredulità del “Torre”. Nitida è anche la chance che capita suoi piedi di Malaccari al 64′ ma, il destro potente dell’ex Savoia, esalta le doti di Modesti. Sottil prova a cavalcare l’onda ed inserisce Girardi e Longo per Baccolo ed Aurelio. La mossa ha gli effetti sperati perchè la Paganese acquista profondità e manca il vantaggio proprio con Girardi che, servito da una grande giocata di Deli, manda a lato a porta vuota. Di colpo però i ritmi si abbassano, con le due squadre in attesa del triplice fischio finale che fa esplodere il “Torre”.

PAGANESE CALCIO 1926: Marruocco, Vinci, Donida, Franco (42′ st Bergamini), Tartaglia, Moracci, Malaccari, Baccolo (10′ st Girardi), Aurelio (17′ st Longo), Calamai, Deli.
A disp.: Casadei, Djibo, Perna, Bergamini, Bolzan, Longo, Girardi. Allenatore: Sottil

A.S. MARTINA FRANCA: Modesti, Kalombo, Memolla, Diop, Brunetti, Samnick, Pivkovski (47′ st Iaia), De Lucia (35′ st Calvetti), Caruso, Guadalupi, De Giorgi (45′ st Velardi).
A disp.: Bleve, Iaia, Velardi, Curri, Foggetti, Calvetti, Oliva. Allenatore: Imbimbo

Arbitro: Lanza Claudio (Nichelino).

Ammonizioni: Moracci, Diop.

Note: angoli: 5-0, recuperi: 0′ pt, 3′ st.

Sabato Romeo

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA