Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Pallanuoto, la Rari Nantes Nuoto Salerno riparte da mister Citro

Scritto da Redazione il 12 giugno 2015 in Altri Sport,Sport. Stampa articolo

rari nantes - nuoto cataniaRitorno al passato. La Rari Nantes Nuoto Salerno ha reso noto di aver affidato l’incarico di responsabile tecnico della prima squadra a Matteo Citro, vecchia conoscenza della società per i suoi trascorsi da atleta nelle fila del club giallorosso, dove con i gradi di capitano ha fatto tutta la trafila nel settore giovanile, fino all’esordio in serie A2.

“Abbiamo deciso – afferma il Presidente Enrico Gallozzi – di ricominciare subito a lavorare per la prossima stagione sportiva per dare un forte impulso a tutte le attività della Rari Nantes ed aprire con rinnovato entusiasmo un nuovo ciclo che possa vedere la Rari Nantes Nuoto Salerno protagonista sia nelle attività sportive che nelle attività sociali. Abbiamo diversi obiettivi: allargare la base degli atleti che si avvicinano agli sport natatori, ampliare il gruppo dirigenziale riavvicinando ex atleti ed ex dirigenti, rilanciare la prima squadra di pallanuoto che è la punta di diamante della nostra società. Infine, un aspetto cui teniamo particolarmente, rinnovare il supporto alle attività cittadine dell’Associazione Aibi Amici dei Bambini. Sarà una estate molto intensa, ma molto entusiasmante. Siamo confidenti che l’arrivo nelle nostra fila di Matteo Citro possa dare un contributo fondamentale nella riuscita di questo progetto.”

“Ho accettato l’offerta di Enrico Gallozzi – dice Citro – in quanto mi hanno convinto la sua determinazione ed il suo entusiasmo nel voler rilanciare sia sotto il profilo tecnico che quello organizzativo la società. La R.N.N. Salerno sia per la sua storia quasi centenaria che per la forza intrinseca della società ha l’obiettivo di sviluppare e rilanciare un progetto pallanuotistico che sia importante per la città di Salerno. Dal punto di vista personale allenare una società prestigiosa come la R.N.N. Salerno, dove mi sono formato come atleta, comporterà da parte mia massimo impegno e fermezza. Spero di far apprendere a tutti la cultura del lavoro. Tutti gli atleti dovranno impegnarsi nel lavoro quotidiano per sentirsi capaci e rafforzare la propria autostima, per crescere in abilità tecnica e approccio caratteriale, questo sia per definire la propria identità che perseguire con vigore e tenacia gli obiettivi che via via saranno prefissati. È un impegno, quello del lavoro, che dovrà far sentire tutti parte di una dimensione collettiva, del fare ‘con’ e ‘per’ altri: un elemento di reciprocità che dovrà contraddistinguere la stagione di tutta la società rarinantina”.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA