Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Paganese, tra botti di mercato e ritiro precampionato

Scritto da Redazione il 11 agosto 2015 in Calcio,Sport. Stampa articolo

grassadonia_paganeseUn’estate caldissima. In attesa di novità per il caso calcioscommesse che vede tra i rinviati a giudizio anche il dg D’Eboli, la Paganese ha dato ufficialmente il via alla sua nuova stagione. Un anno da vivere ancora in Lega Pro, dopo il lungo iter giudiziario valso però la permanenza nella terza lega nazionale. Così, in attesa dell’avvio del campionato in programma nel weekend tra il quattro e il cinque settembre, la dirigenza azzurrostellata si sta dando da fare per regalare a mister Grassadonia una rosa quasi completa con la quale lavorare nel ritiro di Acquasanta Terme.

Una rosa composta per ora da ben ventuno calciatori, fatta di giovani ma anche di acquisti importanti. In porta infatti è arrivata la riconferma di Marruocco, con il giovane Esposito come secondo. Dalla Salernitana però, oltre all’ex Perugia, sono arrivati anche Nappo e il baby bomber Martiniello, in attesa di capire il destino del giovane Arcaleni. In difesa la dirigenza azzurrostellata ha puntato forte sul ritorno del talentuoso Schiavino, ma anche sulle potenzialità di Caldoro e Galoppo, senza dimenticare i giovani Bossa e Montefalcone. In mediana si ripartirà dall’estro di Deli e dall’esperienza di Espinal, senza dimenticare l’acquisto ormai prossimo di Luca Palmiero, ex capitano del Napoli Primavera e calciatore capace di regalare sia qualità che quantità alla “Stella”. Davanti il colpo da novanta resta il ritorno di bomber Caccavallo, unito agli ingaggi di Cunzi, Ricciardo e Cicerelli.

Una rosa ancora provvisoria, in attesa degli ultimi tasselli per dar vita ad una selezione capace di raggiungere senza problemi la salvezza. Appena dodici giorni, prima del debutto stagione in Coppa Italia di Lega Pro contro una fra Akragas e Vigor Lamezia. A Grassadonia il compito di formare e plasmare una squadra dalle qualità importanti, salvando una categoria difesa a spada tratta dal patron Trapani, dopo una vittoria giudiziaria importante quanto uno Scudetto.

Sabato Romeo

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA