Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Scafati, tentano di estorcere soldi al titolare di un bar: nei guai due pregiudicati

Scritto da Redazione il 12 settembre 2015 in Agro Nocerino,Cronaca,Evidenza,Territorio. Stampa articolo

imageScafati. Ieri pomeriggio, a Scafati, i militari del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere – emessa dal Gip del Tribunale di Salerno, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno – nei confronti di due pregiudicati: Carmine Alfano, già detenuto, e Marcello Adini, ritenuti responsabili di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

I due erano finiti nella rete dei militari qualche giorno fa perché trovati in possesso di una pistola.

Il provvedimento restrittivo scaturisce dalle indagini messe a segno dalla Sezione Operativa del Reparto Territoriale, dopo l’attentato dinamitardo avvenuto il 25 luglio scorso ai danni di un noto bar del Centro Commerciale “Plaza” di Scafati.

L’attività investigativa, svolta attraverso metodi tradizionali e mirati servizi dinamici, resi ancor più difficili a causa del contesto territoriale, ha consentito di accertare le responsabilità degli indagati in ordine a un tentativo di estorsione (3.000 euro mensili) ai
danni del titolare e del gestore del locale.

Le indagini proseguono per far luce su analoghi episodi verificatisi negli ultimi tempi nel territorio scafatese.

Al riguardo, la Procura Distrettuale evidenzia la pronta risposta dello Stato e assicura il massimo impegno, esortando i cittadini, i commercianti e gli imprenditori a collaborare senza esitazione con gli inquirenti per rendere più efficace l’azione di contrasto del racket delle estorsioni.

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA