Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana, un super Gabionetta salva i granata. Al “Rigamonti” termina in parità

Scritto da Redazione il 12 settembre 2015 in Calcio,Evidenza,Salernitana,Sport. Stampa articolo

schiavi_salernitana

Pari batticuore. Fa tutto la Salernitana al Rigamonti di Brescia nella gara valida per la seconda giornata di campionato. La squadra granata va prima in vantaggio grazie a Schiavi, si fa rimontare da una doppietta di Morosini prima di trovare il 2-2 finale grazie alla terza magia in due gare di uno scatenato Gabionetta. Per la cronaca, sono i padroni di casa a fare la gara, con Caracciolo che calcia a botta sicura dopo una mischia furibonda ma la difesa granata in qualche modo allontana. Poco prima proteste di Coda per un presunto tocco di mano non ravvisato da Ghersini. Il primo sussulto dei granata arriva al 13′ ma la punizione di Coda non trova i pali di Minelli. Il Brescia però prende in mano il pallino del gioco e mette in difficoltà i granata, bloccati dalla verve dei giovani lombardi. Intorno alla mezz’ora però i campani prendono coraggio e, con un Donnarumma più nel vivo del gioco, provano a spaventare i locali. Il primo tempo sembra avviarsi verso uno scialbo zero a zero quando al 44′ Schiavi, sovrasta il suo diretto avversario sugli sviluppi di un corner e batte Minelli per il gol del vantaggio.

La ripresa si apre con il Brescia che prova a costruire azioni pericolose sbattendo sul muro granata, chiusa a riccio in attesa dell’occasione giusta per ripartire. Al 51′ Morosini prova la bomba ma Strakosha in tuffo devia in angolo. Numero uno albanese super pochi istanti dopo quando ancora Morosini calcia di destro ma l’ex Lazio risponde presente. Il Brescia spinge forte e fa paura ancora questa volta con Kupisz che non trova l’incrocio per centimetri. L’occasione più ghiotta però capita a Coda che, tutto solo, manca il colpo del 2-0. Gol fallito, gol subito. Passano pochi secondi e Coly sfonda sulla sinistra, vede l’inserimento di Morosini che calcia forte e batte Strakosha siglando il pari.

Intorno all’ora di gioco la svolta: Moro stende Embalo e si becca il secondo giallo. Torrente corre ai ripari e richiama Coda e Donnarumma per Troianiello e Rossi, con un atipico 4-4-1. I granata soffrono e non riescono a ripartire. Al 78′ arriva il gol del vantaggio lombardo. Cross di Dall’Oglio, tocco involontario di Coly, Schiavi liscia clamorosamente e Morosini tutto solo insacca il 2-1. Sembra finita ed invece a sette minuti dalla fine Pestrin lancia Gabionetta che con un tunnel si libera di Caracciolo e poi col cucchiaio fa impazzire i seicento supporters granata. Nel recupero solo il palo salva Strakosha sul destro di Dall’Oglio, prima del triplice fischio finale che vale per i granata un punto d’oro sia per la classifica che per il morale.

BRESCIA (4-2-3-1): Minelli; Venuti, Ant.Caracciolo, Castellini, Coly; Mazzitelli (dall’82’ Abate), Martinelli (dal 69′ Dall’Oglio); Kupisz, Morosini, Embalo (dal 69′ Embolo); Geijo. A disposizione: Arcari, Lancini, Baraye, Bertoli, Marsura, Semprini. All. Boscaglia.

SALERNITANA (4-3-3): Strakosha; Colombo, Schiavi, Lanzaro, Franco; Moro, Pestrin, Sciaudone (dal 73′ Bovo); Gabionetta, Coda (dal 57′ Troianiello), Donnnarumma (dal 65′ Rossi). A disposizione: Ronchi, Pollace, Empereur, Trevisan, Milinkovic, Perrulli. All. Torrente.

Arbitro: Ghersini di Genova.

Reti: 44′ Schiavi, 55′ e 78′ Morosini, 83′ Gabionetta.

Espulsi: Moro.

Ammoniti: Lanzaro, Castellini, Geijo.

Note: recupero (1′ p.t., 4′ s.t.), spettatori: novemila circa.

Sabato Romeo

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA