Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Nuovi treni dopo l’accordo tra Trenitalia e Regione Campania

Scritto da Redazione il 26 settembre 2015 in Campania,Territorio,Trasporti. Stampa articolo

treno


Buone notizie per chi viaggia in treno. Nella giornata odierna, la Giunta regionale campana ha approvato l’accordo con Trenitalia che permetterà l’inserimento di nuovi treni.

Nello specifico, la Regione Campania avrà a disposizione due treni TAF (Treni ad alta frequentazione) provenienti dall’Emilia-Romagna, in cambio di due treni Vivalto, nonchè l’incremento di tre convogli MD (Media Distanza).

L’accordo prevede anche che i TAF regionali subiranno, nei prossimi due anni, una serie di interventi per migliorare il decoro e il comfort, la sicurezza attraverso l’installazione di apparati di videosorveglianza, e infine l’affidabilità con un ammodernamento delle tecnologie relative al controllo e alla marcia del veicolo.

A tal proposito, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha affermato: “Con quest’accordo facciamo un primo passo verso il miglioramento della qualità dei servizi di trasporto regionali, che rappresentano una delle priorità strategiche di questa amministrazione. Il cammino da fare è ancora lungo, ma stiamo invertendo la rotta rispetto al passato. Nei prossimi mesi arriveranno i treni nuovi e ristrutturati per i servizi gestiti dall’Eav, con un uso finalmente razionale ed efficace delle risorse a disposizione, nazionali ed europee. L’obiettivo è quello di garantire a cittadini e lavoratori il ritorno il prima possibile a una mobilità efficiente, più sicura e all’avanguardia per tecnologia e rispetto dell’ambiente”.

Uno dei principali vantaggi che discendono dall’acquisizione dei due TAF consiste nel fatto di avere un’unica tipologia di treni per le arterie di traffico più importanti, come la Napoli-Caserta, e questo porterà a una manutenzione più efficiente e a ricadute positive sull’affidabilità e sulla regolarità dei servizi.

Grazie all’accordo, il numero di treni e di posti a sedere aumenterà: con l’arrivo dei tre MD si avrà infatti un incremento complessivo di 2.460 sedili, ossia 820 a treno.

Anche sui tre convogli MD, ognuno composto da dieci vetture, sono in corso alcuni miglioramenti degli apparati tecnologici e degli arredi, con nuovi sedili, finestrini, illuminazione, impianto di aria condizionata e di sonorizzazione di bordo, al fine di aumentare il livello di comodità durante il viaggio; inoltre, le carrozze di tali convogli, riammodernate e molto flessibili, saranno destinate a coprire i tragitti a lunga percorrenza verso il Lazio e la Calabria.

Già il primo di questi tre MD è attivo per i servizi pendolari della mattina tra Napoli e Roma, gli altri due, invece, arriveranno a fine anno.

 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA