Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Paganese, sconfitta e nervosismo. Successo storico per la Lupa Castelli Romani

Scritto da Redazione il 10 ottobre 2015 in Calcio,Paganese,Sport. Stampa articolo

grassadonia_paganesePrimo k.o. stagionale. Cade a Rieti la Paganese di Gianluca Grassadonia, battuta per 2-1 dalla Lupa Castelli Romani. Una partita a due facce per la squadra campana, spenta nel primo tempo, vogliosa nella ripresa, battuta da un gran gol di Scardina ma anche dall’eccessivo nervosismo, con ben due espulsioni dirette. Successo storico per la compagine romana, il primo tra i professionisti dopo un avvio di campionato avaro di soddisfazioni.

Grassadonia sceglie di non rischiare Deli, preferendo la potenza di Gurma aiutato dalla fantasia di Berardino, Cunzi e Caccavallo. Un modulo offensivo ma che non crea problemi alla squadra di Galluzzo, padrona del campo per tutto il primo tempo. Il primo pericolo porta la firma di Volpe, con Marruocco che respinge. Al 13′ la grande chance arriva sui piedi di Morbidelli che cicca però da pochi passi. Poco dopo la mezz’ora solo un super Marruocco permette alla Paganese di tenere ancora il match in parità. Equlibrio spezzato al 42′ dalla sassata di Crescenzo che fa secco il capitano azzurrostellato siglando il vantaggio locale.

La ripresa vede scendere in campo un’altra Paganese. Grassadonia gioca la carta Deli e i campani iniziano a creare. Al 60′ Cunzi serve Caccavallo la cui girata però non trova i pali dopo una deviazione amaranto. Nel miglior momento però Rosania commette un fallo di reazione guadagnandosi la giusta espulsione. Caccavallo però si prende la squadra sulle spalle e al 74′ trova il pari con uno splendido colpo di testa su cross di Cunzi. Grassadonia prova a coprirsi inserendo Cicerelli e Schiavino ma all’86’ arriva la beffa. Cross preciso di Carta e stacco imperioso di Scardina che mette la palla all’incrocio riportando i suoi avanti. I campani non hanno più le energie necessarie per pareggiare i conti e poco secondi prima del triplice fischio finale incassano il secondo rosso di giornata per una gomitata di Carcione proprio al match-winner Scardina.

LUPA CASTELLI ROMANI: Tassi, Rosato, Colantoni (22′ pt Carta), Crescenzo (35′ st Ferrari), Aquaro, Mazzei, Morbidelli (32′ st Mancini), Icardi, Scardina, Volpe, Siclari.
A disp.: Scarfagna, Carta, Lucarini, Petta, Ferrari, Montesi, Mancini, Proietti, Strasser, Ricamato, Mastropietro, Roberti. Allenatore: Galluzzo

PAGANESE CALCIO 1926: Marruocco, Palomeque, Bocchetti, Carcione, Rosania, Magri, Berardino (8′ st Deli), Guerri, Gurma (28′ st Schiavino), Caccavallo (40′ st Cicerelli), Cunzi.
A disp.: Esposito R., Schiavino, Esposito M., Sorbo, Tsouka Dozi, De Feo, Cicerelli, Martiniello, Deli. Allenatore: Grassadonia

Arbitro: Proietti Matteo (Terni)
Reti: 42′ pt Crescenzo; 29′ st Caccavallo, 41′ st Scardina

Note: spettatori 300 circa. Espulsi: al 22’ st Rosania per proteste e al 48’ st Carcione per condotta violenta. Ammoniti: Gurma, Caccavallo, Cicerelli. Angoli 2-6. Recupero pt 3’, st 4’

Sabato Romeo

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA