Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana, nuovo portiere ma stesso esito: Strakosha regala il successo all’Entella

Scritto da Redazione il 17 ottobre 2015 in Calcio,Evidenza,Salernitana,Sport. Stampa articolo

salernitana-ternana 464

L’ennesima papera. Cade anche a Chiavari la Salernitana di Vincenzo Torrente, battuta di misura da una Virtus Entella cinica e solida. Decide una zampata di Costa Ferreira, bravo a sfruttare l’erroraccio di Strakosha, albanese lanciato al posto del colpevole Terracciano. Una squadra confusa, sprofondata dopo l’espulsione (l’ennesima) di Pestrin, che lascia i suoi in dieci aprendo una vera e propria crisi e mettendo Torrente in guai seri.

Il tecnico granata conferma il 4-3-1-2 ma cambia l’estremo difensore, affidandosi al baby Strakosha e non a Terracciano. Conferme per la mediana mentre in attacco spazio al tandem Coda – Donnarumma. I granata partono col piglio giusto, tenendo bene il campo. Al 9′ però la frittata la fa Strakosha, uscendo male e non bloccando un cross di Masucci. Il più lesto di tutti è Costa Ferreira, freddo nel depositare in rete il gol del vantaggio. I granata provano subito a reagire, mancando però il pari sia con Coda che Donnarumma. Al 17′ però l’Entella torna a pungere con Caputo che devia di testa trovando la risposta miracolosa di Strakosha. Nemmeno un giro di lancetta e la conclusione di Troiano fa la barba al palo. Pericoloso anche Moro dai trenta metri con Iacobucci che blocca in due tempi. Alla mezz’ora però la Salernitana resta per l’ennesima volta in dieci. Pestrin si becca il giallo, protesta con Baracani e si becca il rosso che lascia i suoi ancora una volta in inferiorità numerica. I granata accusano il colpo e non riescono a rendersi pericolosi, dimostrando più di un segno d’insofferenza e guadagnando solo ammonizioni prima del duplice fischio finale.

La ripresa si apre subito con un brivido per Iacobucci. Donnarumma prende palla dal limite ed entra in area calciando forte ma trovando il palo a dirgli di no. Al 54′ Bovo sfonda sulla destra e mette al centro dove però nè Donnarumma nè Sciaudone mancano l’appuntamento col gol. Torrente tenta la carta Milinkovic al posto di uno spento Coda, per nulla convinto della scelta del trainer di Cetara. Al 62′ l’Entella sfiora il raddoppio con una bordata di Ceccarelli che non trova per centrimetri l’incrocio dei pali. L’ennesima tegola arriva al 67′, quando Bovo accusa un problema muscolare e lascia il posto a Troianiello. Al 70′ proprio il neo-entrato inventa per Sciaudone, con l’ex Bari che arriva sul fondo e mette al centro un pallone sul quale nessun granata arriva per la deviazione vincente. L’Entella non si disunisce e prova a raddoppiare trovando pronto Strakosha sulle bordate di Keita e Cutolo. Nel finale la Salernitana non riesce a rendersi pericoloso mentre i locali legittimano il vantaggio, rifilando la terza sconfitta di fila e un bel po’ di guai a Vincenzo Torrente.

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Iacobucci; Belli, Ceccarelli, Pellizzer, Keita; Fazzi (dal 45′ Palermo), Staiti, Troiano; Costa Ferreira; Caputo (dall’81’ Petkovic), Masucci (dal 64′ Cutolo). A disp: Paroni, Sini, Zanon, Gerli, Volpe, Petkovic, Sforzini. All: Aglietti.

SALERNITANA (4-3-1-2): Strakosha; Empereur (dall’85’ Perrulli), Schiavi, Trevisan, Rossi; Moro, Pestrin, Bovo; Sciaudone; Donnarumma, Coda (dal 55′ Milinkovic). A disp: Terracciano, Pollace, Trozzo, Franco, Odjer, Perrulli, Nappo, Troianiello. All: Torrente.

ARBITRO: Sig. Leonardo Baracani di Firenze (Zappatore/D’Apice; IV uomo: Bichisacchi)

Reti: 9′ Costa Ferreira.

Espulso: Pestrin.

Ammoniti: Schiavi, Belli, Fazzi, Sciaudone, Empereur, Iacobucci, Moro, Pellizzer.

Note: recupero (2′ p.t., 5′ s.t.).

Sabato Romeo

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA