Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Paganese, pari “stregato” con il Cosenza

Scritto da Redazione il 2 novembre 2015 in Calcio,Paganese,Sport. Stampa articolo

grassadonia_paganeseUno scherzetto senza dolcetto. Non riesce a sfatare il tabù Cosenza la Paganese di Gianluca Grassadonia, fermata sullo zero a zero tra le mura amiche del “Torre”. Una partita equlibrata, con varie occasioni da entrambe le parti, lasciando l’amaro in bocca ad entrambe le compagini in campo. Soprattutto in casa Paganese, quando nel finale sia la punizione di Carcione che la devazione di Cunzi hanno strozzato l’urlo di gioia del pubblico presente.

Grassadonia deve fare a meno di Cicirelli, sostituito in attacco dal possente Gurma. La Paganese parte subito forte con Cunzi che al 4′ prova un destro a giro fuori non di molto. Al 9′ si sveglia anche il Cosenza ma il destro di Raimondi trova pronto Marruocco. Al 14′ ancora l’attaccante sfiora il gol mancando la porta dopo una deviazione da pochi passi. La Paganese prova a fare la partita ma i calabresi attendono e partono in contropiede. Come alla mezz’ora quando Statella dribbla tre difensori ma calcia malamente. Tre minuti dopo ci prova Criaco, senza però troppa fortuna. L’ultima emozione del primo tempo la regala Caccavallo, con una punizione alta non di molto.

La ripresa si apre subito con un ottimo intervento di Perina su Caccavallo lanciato a rete. La stella dei campani prova a rendersi pericoloso ma vicino al gol ci va La Mantia, fermato da un’uscita kamikaze di Marruocco. Il finale è tutto di marca azzurrostellata: Carcione calcia divinamente un calcio piazzato stoppato però dai legni di Perina, miracoloso poco dopo quando toglie dalla porta la deviazione a botta sicura di Cunzi, su assit del solito Caccavallo. La Paganese ci prova ma non sfonda, accontentandosi di un pari che però sta stretto.
PAGANESE CALCIO 1926: Marruocco, Palomeque, Esposito M., Carcione, Schiavino (22′ st Rosania), Magri, Deli (15′ st Berardino), Guerri, Gurma (40′ st Martiniello), Caccavallo, Cunzi.
A disp.: Esposito R., Tsouka Dozi, Sorbo, Rosania, Grillo, Bernardini, De Feo, Martiniello, Berardino, Borsellini. Allenatore: Grassadonia

COSENZA CALCIO: Perina, Corsi, Pinna, Arrigoni, Tedeschi, Blondett, Criaco, Fiordilino, Arrighini (17′ st La Mantia), Raimondi (22′ st Vutov), Statella (42′ st Guerriera).
A disp.: Saracco, Soprano, Di Somma, Ciancio, Guerriera, Minardi, La Mantia, Ventre, Vutov. Allenatore: Roselli

Arbitro: Mancini Emanuele (Fermo)

A.A.: Dibenedetto Salvatore Marco (Barletta) – D’Alia Ylenia (Trapani)

Note: Spettatori 1000 circa di cui una quarantina provenienti da Cosenza, angoli: 4-6, recuperi: 2′ pt, 5′ st, ammonizioni: Guerri, Schiavino, Pinna, Vutov, Palomeque.

Sabato Romeo

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA