Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Caso De Luca: ascoltata dal Csm il giudice Anna Scognamiglio

Scritto da Redazione il 25 novembre 2015 in Evidenza,Politica. Stampa articolo

foto grand hotelNapoli. Al termine dell’audizione davanti al Csm, il giudice del Tribunale di Napoli, Anna Scognamiglio, indagata nell’inchiesta che vede coinvolto anche l’ex sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, ha dichiarato: “Sono molto tranquilla. Resto in attesa dei risultati delle indagini, che saranno archiviate sicuramente”.

Anna Scognamiglio è stata ascoltata dalla prima commissione di Palazzo dei Marescialli che, in seguito all’indagine penale, le ha aperto la procedura di trasferimento d’ufficio per incompatibilità ambientale.

Dopo l’audizione, durata due ore, il giudice ha risposto alle domande dei giornalisti: in merito alla vicenda che la riguarda, ha affermato che “non ci sono elementi oscuri, ma è tutto chiaro. Mi affido alle istituzioni, e ha ribadito di non conoscere De Luca, se non attraverso gli atti processuali.

La Scognamiglio è stata, infatti, la relatrice dell’ordinanza con cui il Tribunale di Napoli ha sospeso gli effetti della legge Severino per De Luca, permettendogli di rimanere in carica: a proposito di quel provvedimento, ha sottolineato che è stato un atto “molto motivato”, mentre dell’ex sindaco di Salerno ha detto che “È una parte processuale come tante”.

Davanti ai consiglieri, il giudice si è fatto assistere da un difensore, l’avvocato Giuseppe Lucantonio, il quale ha parlato di un clima sereno: “abbiamo la massima fiducia del Csm” e ha spiegato che la sua assistita, in riferimento all’indagine penale, “a breve diventerà parte offesa di un procedimento”.

Il legale si è poi lamentato del modo in cui è stata trattata dalla stampa la vicenda che concerne il magistrato: “Si è parlato di intercettazioni che non c’erano o che riguardavano altri”.

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA