Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Sala Consilina, il sindaco si incatena al carcere

Scritto da Redazione il 17 febbraio 2016 in Cronaca,Evidenza,Territorio,Vallo di Diano. Stampa articolo

imageSala Consilina. Francesco Cavallone, sindaco di Sala Consilina, si è incatenato insieme ad altri 14 cittadini all’ingresso del carcere della città come gesto dimostrativo.

Il carcere di Sala Consilina è stato chiuso lo scorso ottobre, ma vi lavorano ancora 3 impiegati amministrativi e 14 agenti della polizia penitenziaria, con turni anche notturni.

Cavallone con questo gesto, vuole chiede la riapertura del carcere “Si giustifica la soppressione con la spending review, ma non è uno spreco spendere denaro pubblico per un carcere senza detenuti? Il Comune di Sala è disposto ad accollarsi i costi di adeguamento della struttura. Mi chiedo se sia giusto che per un interrogatorio di competenza del tribunale di Lagonegro un detenuto venga ascoltato a Salerno, a Potenza o a Vallo della Lucania quando fino a tre mesi fa il carcere di Sala serviva quel tribunale lagonegrese solo 40 chilometri”.

 

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA