Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Paganese, Grassadonia: “Felice per il rinnovo. Col Benevento servirà sacrificio”

Scritto da Redazione il 18 marzo 2016 in Calcio,Paganese,Sport. Stampa articolo

Gianluca Grassadonia, intervenuto in conferenza stampa prima del match di domani col Benevento, ha presentato la sfida del “Torre” ed ha espresso la sua gioia per il rinnovo di contratto. “Sono contento, anche se il rinnovo era solo una formalità – le sue parole -. Siccome mi piace sempre restare concentrato sul presente, sarebbe stato meglio ufficializzare più avanti. E non c’è futuro senza presente, visto che dobbiamo fare punti e confermare la partita di Cosenza. Se metterò bocca sui giocatori che devono ancora rinnovare? No. C’è una società che sa cosa deve fare. Io devo pensare solo ad allenare e non posso dare vantaggi a nessun calciatore. Anche perché, quando finirà il campionato, ognuno dovrà sapere che si riparte da zero. I progetti sono importanti. Conta la progettualità e la serietà della società, più che la piazza in sè. Vittorie di campionato come quelle imminenti di Cittadella e Crotone non sono situazioni nate a caso. Dietro c’è un lavoro importante e duraturo. L’anno prossimo dovremo cercare di salvarci quanto prima per poi toglierci qualche soddisfazione”.

Sul Benevento: “Affrontiamo la prima della classe con la migliore difesa del campionato. Dovremo fare una partita attenta e di sacrificio. Dobbiamo metterci prima di tutto attenzione, cattiveria ed intensità, poi viene il resto. Se pensassimo di fare subito la partita, faremmo una grande fatica. Il Benevento ha qualità e fisicità quindi, proprio nella fase di non possesso, dovremo stare attenti a non farci schiacciare, cosa che loro tendono a fare. Il modulo? Ho ancora una giornata per decidere se riproporre il 3-5-2 di Cosenza o il 4-3-3. Comunque non firmo per un pareggio, anche se non possiamo competere per qualità delle rose. Ma la mia è una squadra che, nella maggior parte delle partite, ha dato fastidio a tutti. Massimo rispetto ma, in fase di possesso palla, ce la possiamo giocare. Auteri è un tecnico importante e preparato da cui c’è solo da imparare, e si sa che predilige un calcio offensivo. Magari proprio il fatto di non chiudersi potrà essere un vantaggio per noi”.

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA