Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana, il cuore non basta. Il Vicenza espugna l’Arechi

Scritto da Redazione il 16 settembre 2016 in Calcio,Evidenza,Salernitana,Sport. Stampa articolo

Un k.o. pesante. Non si rialza la Salernitana, battuta in casa per 3-2 dal Vicenza in una gara ricca di colpi di scena. All’Arechi, i granata incappano nel secondo k.o. stagionale, il primo casalingo, cedendo di schianto ai veneti dopo la rimonta firmata Della Rocca-Rosina. I campani restano così ancorati a due punti concedendo così Vicenza il primo successo stagionale.

Sannino cambia modulo e passa al 4-3-1-2, lanciando Della Rocca nel trio di centrocampo e avanzando Rosina, libero di svariare alle spalle di Coda e Donnarumma. In difesa debutto per Perico, preferito a Laverone per il ruolo di terzino destro. L’avvio però è da brividi, con un colpo di testa di Raicevic che fa la barba al palo prima del tentativo di Galano fermato in uscita da Terracciano. La Salernitana non si scuote e all’8’ va sotto: grande azione di Galano che serve Vita sulla corsa. Il cross dell’esterno è preciso per l’accorrente Signori, che da pochi passi non sbaglia. La reazione della Salernitana è confusionaria e non partorisce pericoli alla squadra veneta. Al 19’ l’Arechi insorge per un sospetto contatto in area su Rosina che Sacchi non sanziona. Passano appena sessanta secondi e il Vicenza, con un azione insistita, raddoppia grazie ad un un missile di Signori imparabile per Terracciano. I granata provano ad accndersi e, al 26’, creano la prima chance del match con un colpo di testa di Donnarumma impreciso. Poco fortunata anche la girata di Coda, controllata senza patemi da Benussi. Al 33’ però il gol atteso arriva, grazie all’incornata di Della Rocca che riapre il match e rianima l’Arechi. Mediano granata provvidenziale poco dopo, nella deviazione sulla conclusione a botta sicura di Moretti. La partita non dà un attimo di respiro, con Rizzo miracoloso in scivolata nell’anticipare Donnarumma pronto a colpire a rete.

La ripresa si apre subito con il tentativo di Rosina, bloccato a terra da Benussi. Il Vicenza risponde con un’imbeccata magica di Vita per Galano, stoppato dalla provvidenziale uscita bassa di Terracciano. Al 54’ però la Salernitana perviene al pari, e lo fa con una punizione magistrale di Rosina che lascia impietrito Benussi e fa impazzire l’Arechi. I granata sfruttano l’onda lunga del gol e sfiorano il tris, con un colpo di testa di Donnarumma a lato non di molto dai pali biancorossi. La partita s’infiamma, con il Vicenza che al 62’ sfiora il nuovo vantaggio con Cernigoi, la cui girata termina di poco alta. Miracoloso poco dopo Terracciano, sul destro a giro indirizzato all’incrocio da Siega. Nell’unico momento di stasi però, ci pensa Di Piazza a metter dentro il gol che riporta clamorosamente il Vicenza in vantaggio. Sannino butta nella mischia Caccavallo, il quale inventa un cross al bacio per Della Rocca fermato da un attento Benussi. L’ultima chance è firmata proprio dall’ex Paganese, con un colpo di testa che fa la barba al palo e termina sul fondo.

RETI: 8′, 20’ pt Signori (V), 33’ pt Della Rocca (S), 9’ st Rosina (S), 29’ st Di Piazza.

SALERNITANA (4-3-1-2): Terracciano 6; Perico 4,5, Mantovani 5,5, Bernardini 5, Vitale 6; Busellato 5 (12’ st Zito 5), Odjer 5,5, Della Rocca 6,5 (43’ st Ronaldo sv); Rosina 6,5; Coda 5, Donnarumma 5 (32’ st Caccavallo). A disp. Iliadis, Schiavi, Tuia, Laverone, Ronaldo, Improta, Joao Silva. All: Giuseppe Sannino 5.

VICENZA (4-2-3-1): Benussi 6,5; Zaccardo 6, Bogdan 5,5, Adejo 6, Pucino 5,5; Signori 7, Rizzo 6,5; Siega 6,5, Galano 5,5 (25’ st Di Piazza 7), Vita 6,5 (34’ st Bellomo sv); Raicevic 6 (12’ st Cernigoi 6). A disp. Vigorito, Bianchi, Fontanini, Bellomo, H’Maidat, Fabinho, Smith. All: Franco Lerda 6,5

ARBITRO:  Jean Luca Sacchi di Macerata. (Assistenti: Rocca-Rossi. Quarto uomo: Viotti).

NOTE. Spettatori: 11527 di cui 16 provenienti da Vicenza. Ammoniti: Della Rocca (S), Siega, Vita, Bogdan (V). Angoli: 5-2. Recupero: 1’ pt, 5’ st.

Sabato Romeo

 

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA