Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana, sprofondo granata a Cittadella. L’ex Litteri decide il match

Scritto da Redazione il 5 novembre 2016 in Calcio,Evidenza,Salernitana,Sport. Stampa articolo

Sprofondo granata. S’interrompe al “Tombolato” di Cittadella la striscia di risultati utili della Salernitana. In casa dei veneti infatti, gli uomini di Sannino rimediano un 2-0 pesante sia per la classifica che per la panchina ora scricchiolante del tecnico granata. Una gara equilibrata, decisa dall’espulsione di Tuia alla mezz’ora che facilita il compito a Litteri, match-winner di giornata. Non basta la reazione confusionaria della ripresa per evitare alla Salernitana il terzo stop esterno in campionato.

Sannino conferma il 3-5-2 e lancia dal primo minuto gli acciaccati Vitale e Coda, quest’ultimo schierato in coppia con Rosina rifilando l’ennesima panchina ad Alfredo Donnaruma. In mezzo al campo ritorna Odjer, schierato nel terzetto completato da Della Rocca e l’ex Busellato. La partota stenta ad accendersi, complice il temporale abbattutosi sul “Tombolato” e capace di rendere il terreno di gioco pesante.

I granata corrono il primo rischio del match (Iori al 4’ viene stoppato da Perico), ma prendono il pallino del gioco e spaventano la retroguardia locale. All’11’ Chiaretti vola sulla destra, supera Tuia ed appena entrato in area cade a terra recriminando un penalty che Nasca non concede. Al 19’ Busellato è straordinario nell’anticipare in scivolata Valzania, liberato da una giocata sontuosa di Arrighini. Al 26’ però è la Salernitana ad andare vicinissima al vantaggio: cross di Improta dalla destra e stacco perentorio di Coda respinto però da un super Alfonso. Qualche minuto dopo è Benedetti a mettere i brividi a Terracciano, con un calcio piazzato fuori non di molto. La svolta arriva al 37’, quando Tuia si becca ingenuamente il secondo giallo lasciando in dieci la Salernitana. Passano dieci secondi e il Cittadella passa in vantaggio: cross dalla destra di Schenetti, Perico è maldestro nell’intervento aereo colpendo Terracciano e lasciando così strada libera a Litteri per il più facile dei tap-in. L’attaccante veneto sfiora anche la doppietta in chiusura di parziale, con un destro a giro che fa la barba al palo a Terracciano battuto.

Sannino riequilibra la sua Salernitana all’intervallo, inserendo Mantovani al posto di un opaco Odjer e passando al 4-4-1. L’avvio di ripresa dei granata è rabbioso, con Improta e Rosina a creare non pochi problemi alla retroguardia veneta. Gli spazi per i locali però sono tantissimi e, in uno di questi, s’infila al 52’ Litteri, bravo nel battere per la seconda volta Terracciano ed infliggere un colpo durissimo alla Salernitana. La reazione dei granata è tutto in un colpo di testa di Coda, fuori per centimetri. Sannino lancia nella mischia anche Donnarumma, autentica mossa della disperazione che scuote i nervi degli ospiti. Al 67’ Mantovani spizza di testa per Bernardini che esalta Alfonso. Pochi istanti dopo è Busellato a scuotere l’esterno della rete con un tiro violento ma impreciso. La Salernitana prende coraggio ma sbatte su un Alfonso in giornata di grazia: Busellato serve Coda, il numero nove granata fa da filtro per Donnarumma che incrocia di destro esaltando però l’estremo difensore scuola Inter. All’80’ Donnarumma reclama un penalty ma Nasca lascia correre. L’ex Catania è il più attivo ma anche clamorosamente poco freddo, come all’82’ quando, liberato da uno slalom di Rosina, si fa chiudere lo specchio dall’insuperabile Alfonso. Nel finale ci pensa il palo a sputare il diagonale di Salvi e a salvare la Salernitana da un tris pesantissimo.

RETI: 38’ pt e 7’ st Litteri.

CITTADELLA (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Scaglia, Pasa, Benedetti; Schenetti (27’ st Bartolomei), Iori, Valzania; Chiaretti (24’ st Lora); Arrighini (31’ st Kouame), Litteri.

A disposizione: Paleari, Martin, Pelagatti, Pedrelli, Maniero, Paolucci, Strizzolo. Allenatore: Venturato.
SALERNITANA (3-5-2): Terracciano; Perico, Bernardini, Tuia; Improta (15’ st Donnarumma), Odjer (1’ st Mantovani) , Della Rocca (31’ st Ronaldo), Busellato, Vitale; Rosina, Coda.

A disposizione: Iliadis, Schiavi, Laverone, Zito, Caccavallo, Joao Silva. Allenatore: Sannino.
ARBITRO: Nasca di Bari. (Assistenti: Chiocchi-Colarossi. Quarto uomo: Mainardi).

NOTE. Spettatori: 2000 circa di cui 200 circa provenienti da Salerno. Al 37’ pt espulso Tuia (S) per doppia ammonizione. Ammoniti: Pasa (C), Salvi (C), Bernardini (S), Lora (C), Mantovani (S). Angoli: 5-6. Recupero: 0’ pt,

Sabato Romeo

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA