Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ruggi, migliora il paziente affetto da meningite

Scritto da Redazione il 24 gennaio 2017 in Cronaca,Evidenza,Salerno,Territorio. Stampa articolo

l43-ospedale-ruggi-aragona-130218134928_bigSalerno. Nicola Boffa, primario del reparto di Malattie Infettive dell’ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”.  ha reso note le condizioni del paziente affetto da meningite che attualmente è ricoverato presso il nosocomio salernitano. “Il paziente attualmente è in discrete condizioni, è senza febbre ed è cosciente. Siamo abbastanza soddisfatti delle sue condizioni di salute” ha dichiarato Boffa.

Ancora non è stata fatta una tipizzazione completa del ceppo di meningite che ha colpito il paziente ricoverato al Ruggi (si tratta di un 50enne di Cava de’ Tirreni), quindi non è possibile stabilire se vi sia una relazione con il caso di meningite che aveva colpito un bambino di 4 anni a Napoli. 

Nei prossimi giorni i campioni prelevati al malato salernitano saranno inviati all’Istituto Superiore di Sanità affinché vengano analizzati.

 

Il direttore sanitario Nicola Silvestri ha dichiarato che non vi è un allarme meningite in Campania “in questo momento non vi sono elementi che possano far pensare ad elementi di foci epidemici sia nella provincia di Salerno che in tutta la Campania. L’unico focolaio che il ministero ha posto sotto controllo è quello evidenziato già da qualche tempo in Toscana, ma non tocca le altre regioni italiane. L’azienda ospedaliera, in ogni caso, è pronta, proprio come lo è tutta la regione perché è stato rinnovato il protocollo emanato dall’Istituto superiore di Sanità per la sorveglianza dei casi sospetti o accertati”.

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA