Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana, Bollini: “Motivazioni e fisicità per battere il Cesena”

Scritto da Redazione il 17 febbraio 2017 in Calcio,Evidenza,Salernitana,Sport. Stampa articolo

Alberto Bollini ha presentato la sfida al Cesena al canale ufficiale della Salernitana: “Sotto il profilo emotivo e dell’entusiasmo la squadra sta bene, è reduce da una vittoria importante su un campo ostico come quello del Vicenza. Fare punti in trasferta è motivo di forza, caratteristica che i ragazzi mi stanno dimostrando giorno dopo giorno ad ogni allenamento. La crescita è nel quotidiano, nel gruppo e nel lavoro. Resta la forte disponibilità di ogni elemento. Dal punto di vista fisico c’è chi è al massimo, chi invece è reduce da infortuni e chi non è al top e ha bisogno delle staffette.

Essere uniti è fondamentale per essere compatti nelle due fasi di gioco. Stiamo acquisendo per strada compattezza ed è merito della difesa ma anche dell’insieme, del filtro dei centrocampisti e del lavoro oscuro degli attaccanti. Di conseguenza anche l’attacco è più pericoloso, provando ad impostare da dietro un gioco propositivo sfruttando gli inserimenti senza palla dei centrocampisti , determinante in un campionato molto equilibrato come questo.

Cesena?  Una squadra molto forte che non merita l’attuale classifica. Non cerco scuse né metto le mani avanti, i soli 28 punti non rispecchiano la forza e il rendimento in questo 2017 degli emiliani. Hanno fatto tanta strada in Coppa Italia, eliminando il Sassuolo e facendo un figurone a Roma nei quarti di finale. Bisogna fare loro i complimenti per la bravura nel saper difendere, nell’essere duttile tatticamente ma con un’identità di gioco ben precisa e con un centrocampo e un attacco davvero importanti. Con questi numeri fa da sé che la Salernitana può vincere solo facendo una grande prestazione.

Formazione? Ho le idee chiare però amo lasciarmi convincere giorno dopo giorni dagli aspetti motivazionali e fisici, parametri fondamentali per questa sfida. Non amo parlare di promossi e bocciati in funzione di chi partirà dall’inizio, per me ci saranno solo quattordici titolari senza dare troppo responsabilità ai singoli. Sarà una gara tattica, molto fisica dove le abilità individuali potranno fare la differenza.

Arechi? Con il numero di presenze in questo stadio, la passione di questa città non può che essere un vantaggio. Domani mi aspetto una grande spinta dal nostro pubblico come successo in passato per portare a casa questo incontro”.

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA