Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Albanella, problema impianti sportiva per la scuola media: Enzo Bagini scrive all’assessore Zunno

Scritto da Redazione il 28 marzo 2017 in Politica. Stampa articolo

baginiAlbanella. Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta indirizzata all’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Albanella, Paola Zunno, da parte del consigliere Enzo Bagini. 

 

Caro Assessore alla Pubblica Istruzione,

non so se quanto sto scrivendo è di stretta competenza del tuo specifico campo d’intervento, ma conoscendo il garbo e l’attenzione che metti nelle cose che fai non sarà certamente una questione di competenze ad impedirti di rispondere a questa lettera aperta. Non che con la precedente, quando eri assessore alle attività economiche, abbia avuto maggior fortuna, ma riprovare non nuoce.

Come certamente ben saprai è da alcuni mesi che i ragazzi delle scuole medie di Matinella vengono settimanalmente “traslocati” ad Albanella per frequentare, presso quel Plesso, l’ora di Eduzione Fisica.

Converrai con me che la cosa può essere causa di qualche disagio, oltre che di impatto negativo per la sorveglianza degli stessi ragazzi, inutilmente sottoposti ad un pendolarismo fastidioso.

Non conosco i motivi di questa trasmigrazione settimanale e non posso che stupirmene dato che le strutture sportive adiacenti alla Scuola Media di Matinella sono abitualmente frequentate ed utilizzate dall’A.S.D.-Albanella e per incontri sportivi amatoriali. Quest’ultimo aspetto, se da un lato mi tranquillizza,  visto che un simile utilizzo degli impianti sportivi comunali ne attesta l’efficienza e la sicurezza, dall’altro mi spinge a chiederti per quale motivo lo stesso non possa essere fatto anche per gli alunni che frequentano la Scuola posta a poche decine di metri dagli impianti.

I nostri impianti sportivi versano in condizioni di abbandono, e non parlo di quello impraticabile di San Cesareo; hanno bisogno di una gestione seria ed affidata correttamente, necessitano di interventi di manutenzione importanti che possono essere effettuati con risorse regionali (Legge 18/2013), devono e possono diventare centro di aggregazione sociale ed educativa. Limitarne l’uso o addirittura inibirlo ai ragazzi delle scuole ne penalizza la funzione e ne depaupera il valore patrimoniale. Mi auguro che tutto questo ti sia ben presente, ma soprattutto, che almeno su questo punto ci si impegni seriamente.

In attesa,

Enzo Bagini

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA