Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana, Lotito: “I cambi hanno condizionato la partita. Parlerò col comune per i campi”

Scritto da Redazione il 4 novembre 2017 in Calcio,Evidenza,Salernitana,Sport. Stampa articolo
lotito_salernitanaHo visto una squadra unita, compatta. I cambi però hanno depotenziato la carica agonistica, facendoci abbassare troppo il baricentro”Claudio Lotito è soddisfatto a metà al termine di Salernitana-Bari 2-2, anche se la gara di Rossi e compagni non può che essere per il co-patron capitolino l’ennesima dimostrazione di forza della sua seconda creatura. “Alla difesa non posso dire nulla, anche perché alcuni hanno giocato fuori posizione. Per me questa è l’ennesima dimostrazione che ce la possiamo giocare alla pari con tutti. Quando lo dicevo alcuni ridevano – ammette Lotito che poi rifila una stoccata –  Chi è entrato non è riuscito a dare la stessa carica e le stesse motivazioni di Rossi per esempio. Non ho visto atteggiamento di grande compartecipazione. Il Bari mi sembra una squadra di qualità, ha tutti gli ingredienti per disputare un campionato di vertice. Conta la tenuta, perché il campionato è lunghissimo, basti pensare che noi abbiamo quattro centrali rotti, tra Salernitana e Lazio pare ci sia un cecchino…“.
Tema campi
Infortuni che anche la questione campi sta incrementando. “Giocare sull’erba e sul sintetico favorisce gli infortuni, questo è innegabile. Quando siamo arrivati qui questo era un campo di patate. A breve parleremo col Comune, perché riteniamo che questa impostazione non possa più garantirci gli standard che richiediamo. In ogni caso stiamo valutando una soluzione per uscire da questa emergenza, perché tra squalifiche e ipotetici altri infortuni dobbiamo essere previdenti, non possiamo rischiare di farci trovare scoperti”.

Condividi sui Social network!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *