Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Albanella. Il Consigliere Bagini chiede la sospensione immediata dell’affidamento per il rilevamento della velocità “Scout Speed”. I cittadini vanno educati e non utilizati come cassa comunale.

Scritto da Redazione il 21 novembre 2017 in Attualità,Evidenza,Piana del Sele,Territorio. Stampa articolo

bagini

I limiti di velocità ci sono e vanno rispettati, i controlli devono essere eseguiti e i trasgressori vanno multati, … e questo è pacifico, e tuttavia questa storia sta assumendo contorni paradossali e grotteschi, se non fosse che alla fine, come sempre, a farne le spese sono le tasche dei Cittadini.

Non solo si è scelto un metodo di controllo, in alternativa ai tanti disponibili, chiaramente vessatorio, ma anche inadatto alle caratteristiche del nostro traffico veicolare. I controlli sono effettuati insistentemente su piccole porzioni del territorio comunale che interessano quasi esclusivamente la località di Matinella e sulle uniche due strade di collegamento ai comuni vicini di Altavilla e Capaccio e dove, ciascuno di noi, rischia di passare 4-5 volte al giorno. Tutto questo comporta una platea estremamente ristretta dei potenziali multandi tale che, nello stesso giorno, uno stesso automobilista rischia di essere attinto più di una volta.

Ma l’altro aspetto più che “sgradevole” è l’uso inappropriato, personalistico e mutevole che se ne è fatto. Il limite è generalmente a 50 Km/h e quindi tutti coloro che lo superano sono da multare. Però poi scopriamo che la stessa norma ammette delle tolleranze tecniche, alle quali si possono aggiungere quelle “volontarie” (anche fino a 70 km/h) introducendo in maniera maldestra un elemento di disparità di trattamento per il quale se vai a 60 Km/h non sei multabile, pur avendo commesso una infrazione, mentre se corri a 75 km/h ti becchi, giustamente, una multa. Tutto ciò sta ad indicare pressappochismo e incompetenza a tutto danno della sicurezza e delle tasche dei cittadini. Se poi scopriamo che ad indicare i limiti di taratura è lo stesso Sindaco siamo nel regno dell’assurdo, e se poi scopriamo che quel limite di taratura è stato variato più volte in pochi mesi …. mi mancano le parole.

Credo che sia giunto il momento di dire basta ad atteggiamenti prevaricatori che, con la scusa delle buone cause, nascondono finalità molto meno confessabili di quelle apparentemente dichiarate. Questo è un sistema di tassazione indiretta occulta. L’affidamento del Servizio presente, a mio parere, gravi irregolarità. La questione è già stata sollevata nelle sedi opportune da un Consigliere Regionale. I verbali notificati mancano di elementi importanti e, in alcune parti, delle vere e proprie inesattezze. Rischiamo di esporre il Comune ad un contezioso importante e dispendioso con il rischio di essere condannati al risarcimento delle somme incassate. Credo che sia necessario provvedere ad una sospensione in autotutela dell’affidamento, almeno fino a quando le Autorità interessate non si saranno pronunciate, e dei suoi nefasti effetti (le multe). Ci attendiamo queste misure da questa amministrazione. Diversamente sarà l’opposizione a farsi carico di portare la questione in Consiglio Comunale. E’ comodo nascondersi dietro mucchi carte, si vada in Consiglio e si voti.

Enzo BAGINI

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *