Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana, pari e rimpianti con la Pro Vercelli

Scritto da Redazione il 17 febbraio 2018 in Calcio,Evidenza,Salernitana,Sport. Stampa articolo

(48)Occasione persa. La Salernitana non va oltre lo 0-0 con la Pro Vercelli e prolunga una crisi che ora rischia di farsi pericolosa. All’Arechi, nel silenzio a metà dalla Curva Sud dopo i fatti di Palermo, i granata non sfondano in un match trasformatosi in uno scontro diretto per la salvezza. Poco incisività ma anche tanta sfortuna come sulla punizione di Rosina sputata fuori dai due pali di Pigliacelli. Gira male e si sa ma le attenuanti di Colantuono si riducono settimana dopo settimana mentre la Salernitana continua a scivolare.

Partita che stenta a decollare, con Pucino e Konatè protagonisti di uno scontro di gioco pericoloso. La Salernitana sembra scrollarsi le paure e inizia a rendersi pericolosa: al 7’ Vitale serve Bocalon che non trova la deviazione. Poco dopo l’attaccante si presenta solo davanti a Pigliacelli che lo ipnotizza. Al 12’ è Palombi a sfiorare il gol ma il diagonale dello scuola Lazio non è fortunato. La Pro Vercelli è tutto in un destro dalla distanza di Berra che per poco non sorprende Radunovic. Il portiere serbo è poi prodigioso sul missile dalla distanza di Raicevic deviato in angolo.

La ripresa si apre col bolide di Palombi, deviato in angolo da Pigliacelli. Sul corner seguente, Monaco stacca ma non trova i pali. La Pro Vercelli non molla e fiuta l’occasione con Germano, imbeccato da Raicevic ma fermato da un super Radunovic. Portiere serbo che ben si distende anche sulla punizione di Mammarella deviando in angolo. Colantuono, espulso, consiglia di lanciare Rosina nella mischia: al 65’ il numero dieci però deve fare i conti con il doppio palo che sputa fuori la punizione del possibile vantaggio. La Salernitana si scopre e trema sul contropiede orchestrato da Reginaldo ma concluso tra le mani di Radunovic. Il finale è tutto cuore e passione ma la palla buona viene sprecata da Rosina.

SALERNITANA (3-4-1-2): Radunovic; Casasola, Tuia (28’ st Zito), Monaco; Pucino, Ricci, Minala, Vitale; Sprocati; Bocalon, Palombi (11’ st Rosina).

A disposizione: Adamonis, Mantovani, Schiavi, Popescu, Akpa Akpro, Kiyine, Della Rocca, Signorelli, Zito, Di Roberto, Felicetti. Allenatore: Colantuono.

PRO VERCELLI (3-5-2): Pigliacelli; Gozzi, Jidayi (28’ st Da Silva), Konatè; Berra, Germano, Paghera, Pugliese (23’ st Altobelli), Mammarella; Raicevic (33’st Morra), Reginaldo.

A disposizione: Gilardi, Kanoute, Vives, Bifulco, Alex, Gatto, Ivan, Grossi, Marcone. Allenatore: Grassadonia.

ARBITRO: Giua di Olbia. (Assistenti: Scarpa-Capaldo. Quarto uomo: Natilia).

NOTE. Spettatori: 6752. Al 39’ pt allontanato Colantuono (S) per proteste. Ammoniti: Mammarella, Pugliese (PV). Angoli: 6-6. Recupero: 2’ pt,

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA