Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana, crollo in casa col Cittadella. Lotito contestato

Scritto da Redazione il 21 aprile 2018 in Calcio,Evidenza,Salernitana,Sport. Stampa articolo

(47)Sconfitta e contestazione. La Salernitana crolla in casa con il Cittadella (1-3) in un clima incandescente. Perché la contestazione ad inizio partita della Curva Sud dopo lo sciopero del tifo per quindici minuti lascia strascichi, così il tonfo interno che ora rimette di nuovo pressioni per la corsa salvezza.

La partita non si stappa, con le due squadre che non lasciano spazi. Al 12’ Sprocati si accende volando via sulla fascia e servendo Rosina che non trova il pallone per un niente. Al 15’ termina lo sciopero del tifo granata che canta forte contro Lotito e tre minuti dopo Schenetti buca Radunovic con un diagonale preciso. Colantuono perde Monaco, infortunato, e vede la sua Salernitana in difficoltà tremare sul destro di Kouame che Radunovic mette fuori. Pericolo rinviato, perché al 39’ Scaglia, perso da Schiavi, trova la traversa ma permette a Salvi di ribadire in rete da pochi passi. L’unico squillo è di Rosina, con una magia di sinistra che si ferma però sul palo.

La ripresa si apre con una Salernitana arrembante: Sprocati brucia Alfonso ma il suo tiro viene salvato sulla linea. Poco dopo Schiavi trova la torsione che riapre la partita. La Salernitana spinge, il Cittadella soffre e rischia di restare in dieci per colpa di Iori, graziato (e successivamente sostituito) dall’arbitro Guccini. Il Cittadella aspetta e riparte con pericolosità al 65’ quando Schenetti si beve Vitale e mette dentro per Arrighini che da pochi passi però clamorosamente sbaglia. Rosina inventa per Rossi che per tuffo di testa non trova la porta. Sul capovolgimento di fronte però Casasola commette però il fallo su Settembrini lanciato a rete che costa il penalty: dal dischetto si presenta Salvi ma Radunovic è fenomenale nella deviazione in corner. Cittadella pericoloso al 74’ quando la punizione di Bartolomei si stampa sul palo. I veneti spingono e chiudono i conti a dieci minuti dal termine quando Schenetti sbuca in una difesa granata ferma e fa secco Radunovic chiudendo il match. Nel finale Schenetti prima e Vitale poi però si fermano al palo.

MARCATORI: 18’ pt Schenetti, 39’ pt Salvi (C), 6’ st Schiavi (S), 35’ st Schenetti (C)

SALERNITANA (4-3-3): Radunovic, Casasola, Tuia, Monaco (22’ pt Schiavi), Vitale; Kiyine, Ricci, Minala; Rosina (28’ st Bocalon), Palombi (12’ st Rossi), Sprocati.

A disposizione: Adamonis, Asmah, Mantovani, Akpa Akpro, Della Rocca, Signorelli, Di Roberto, Orlando, Russo. Allenatore: Colantuono.

CITTADELLA (4-3-1-2): Alfonso, Salvi, Varnier, Scaglia, Benedetti; Bartolomei, Iori (18’ st Pasa), Settembrini; Schenetti, Kouame (36’ st Vido), Arrighini (29’ st Strizzolo).

A disposizione: Paleari, Adorni, Pezzi, Lora, Maniero, Chiaretti. Allenatore: Venturato.

ARBITRO: Francesco Guccini di Albano Laziale. Assistenti: Rossi-Vecchi. Quarto uomo:

NOTE. Spettatori: 6717. Al 24’ st Salvi (C) sbaglia un calcio di rigore. Ammoniti: Minala (S), Settembrini (C), Iori (C), Casasola (S), Vitale (S), Strizzolo (C), Tuia (S). Angoli: 5-5. Recupero: 4’ pt, 4′ st.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA