Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salernitana, poker al Brescia e salvezza ad un passo

Scritto da Redazione il 28 aprile 2018 in Calcio,Evidenza,Salernitana,Sport. Stampa articolo

(58)Vittoria pesantissima. Salernitana-Brescia 4-2 è una girandola di emozioni che premiano i granata  e li avvicina alla salvezza. Una partita piena zeppa di prodezze ed errori che consegna però i tre punti alla banda Colantuono e restituisce una ventata d’ottimismo a tutto l’ambiente.

Colantuono conferma le aspettative della vigilia ma i suoi partono male. Al 6’ Coppolaro mette dentro per Toregrossa che, complice lo scivolone di Schiavi, impatta ma non trova la porta. Al 9’ Casasola scende sulla destra e crossa al centro per Bocalon che non trova la porta. La Salernitana però soffre e all’11’ Curcio mette dentro per Caracciolo che sovrasta Mantovani e impatta esaltando però Radunovic. La Salernitana è in apnea e non riesce mai ad imbastire azioni pericolose, con il Brescia che fa circolare bene la palla facendo correre tanto i granata. Al 27’ però i granata passano: Rosina illumina per Sprocati che solo davanti a Minelli lo fulmina rompendo il lungo digiuno dal gol. Il match scivola via senza grandi emozioni, tranne nel finale di tempo per l’errore di Kiyine (ripreso poco dopo da Vitale a muso duro) che favorisce la ripartenza degli ospiti con Martinelli che non trova la porta.

La ripresa si apre con una girandola di emozioni: Bocalon si vede annullare il gol del 2-0 per un presunto fallo di mano. Dall’altra parte Tonali s’inventa la prodezza che vale il pari. La Salernitana si riversa in attacco ma rischia tantissimo in occasione del contropiede che Tonali clamorosamente non concretizza. Gol fallito, gol subito: perché su invenzione di Sprocati, Bocalon deve calciare tre volte per battere Minelli e riportare avanti i granata. Colantuono perde Sprocati ed inserisce Popescu passando ad un più coperto 5-3-2. Al 70’ i granata chiudono i conti: Casasola sfonda sulla destra e mette dentro, Minelli respinge male colpendo Somma per il più classico degli autogol. La Salernitana spegne il cervello e al 73’ incassa il 3-2: Ricci perde una palla sanguinosa, Embalo serve Okwonkwo che fulmina Radunovic. All’82’ Zito chiude la partita su tiro-cross di Odjer. L’esterno esulta togliendosi la maglietta e lasciando i granata in dieci per doppia ammonizione.

MARCATORI: 27’ pt Sprocati (S), 8’ st Tonali (B), 15’ st Bocalon (S), 25’ st aut. Somma (S), 37’ st Zito (S)

SALERNITANA (4-3-3): Radunovic, Casasola, Schiavi, Mantovani, Vitale; Odjer, Ricci (31’ st Signorelli), Kiyine (12’ st Zito); Sprocati (23’ st Popescu), Bocalon, Rosina. In panchina: Adamonis, Asmah, Novella, Pucino, Akpa Akpro, Della Rocca, Di Roberto, Palombi, Rossi. Allenatore: Colantuono

BRESCIA (4-4-2): Minelli, Coppolaro (19’ st Embalo), Somma, Lancini, Curcio; Bisoli, Tonali, Martinelli (21’ st Okwonkwo), Ndoj (35’ st Furlan); Torregrossa, Caracciolo. In panchina: Pelagotti, Spalek, Meccariello, Longhi, Rivas. Allenatore: Boscaglia

ARBITRO: Pillitteri di Palermo (assistenti: Villa e Scarpa – quarto uomo: Marini).

NOTE. Spettatori: 6928. Al 37’ st espulso Zito (S) per doppia ammonizione. Al 40’ st Colantuono (S) allontanato per proteste. Ammoniti: Ricci (S), Bocalon (S), Zito (S), Tonali (B), Somma (B).  Angoli: 5-5. Recupero: 1’ pt, 5’ st.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA