Salernitana in costruzione in vista dell’esordio

Must read

Matteo Ruggeri, esterno difensivo sinistro, Lassana Coulibaly, centrocampista del Mali solido, Wajdi Kechrida, esterno difensivo destro affidabile, Federico Bonazzoli, attaccante di categoria pronto ad esplodere a Salerno.

Sono questi gli ultimi acquisti già ufficializzati dalla Salernitana per rinforzare l’organico a disposizione di Mister Castori in vista dell’esordio in Coppa Italia del 16 agosto contro la Reggina e della prima di campionato del 22 agosto a Bologna.

La squadra non è ancora completa. Mancano almeno altri tre calciatori di assoluta qualità per la serie A, capaci di innalzare il tasso tecnico, la qualità e l’imprevedibilità del gioco in fase offensiva. Non è pensabile giocare in massima serie basandosi solo sulla fase difensiva e sulle ripartenze.

Il direttore tecnico Fabiani sta lavorando al completamento dell’organico, di comune accordo con l’allenatore marchigiano, e sicuramente nei prossimi giorni arriveranno a Salerno altri calciatori funzionali al progetto tecnico – tattico che Castori vuole realizzare.

Da valutare alcuni dei nuovi arrivi che Castori ha ammesso di non conoscere bene. Ci riferiamo a Lassana Coulibaly e Wajdi Kechrida che, però, sono arrivati a Salerno carichi di entusiasmo e voglia di fare bene e, si sa, le motivazioni e la fame agonistica nel calcio contano moltissimo.

Il reparto al momento meno adeguato alla massima serie è l’attacco. Bonazzoli e Djuric sono numericamente insufficienti a garantire l’efficacia offensiva in un torneo così lungo ed impegnativo. Ma anche a centrocampo gli elementi di qualità, capaci di impostare manovre offensive con estro ed imprevedibilità non sembrano esserci al momento.

Le trattative ben avviate riguardano Caprari, estroso attaccante che può agire da seconda punta, da trequartista e anche da esterno, Caceres esperto e pluripremiato difensore uruguaiano, e Chabot difensore tedesco ad alto rendimento, mentre a centrocampo si parla di Viviani, Grassi e Viola, nonché di Favilli in attacco, profili che sarebbero utilissimi nello scacchiere tattico granata, essendo dotati di doti tecniche adeguate alla serie A.

Altre voci di mercato hanno indicato, l’attaccante Ike Ubgo, di proprietà del Chelsea ed elemento di grandissimo talento e prospettiva e Vincenzo Fiorillo, poriere ex doriano ora sotto contratto col Pescara e virtualmente nuovo vice-Belec. Per il ruolo di centravanti la prima scelta rimarrebbe, comunque, Simy che rappresenterebbe un autentico colpo da novanta. Per il centrocampista rispunta il tedesco dell’Ascoli Sabiri.

Veseli in allenamento – Foto Ianuale da ussalernitana1919.it

Intanto il bilancio al termine del ritiro precampionato stilato dal tecnico è positivo, soprattutto confortato dalla mancanza di infortuni muscolari che, purtroppo, spesso fanno capolino nella fase di preparazione al campionato. L’unico infortunato è il difensore Veseli, che ha riportato in allenamento una distorsione al ginocchio.

Nell’ultima gara amichevole, disputata a San Gregorio Magno contro il Palermo, la Salernitana si è imposta col risultato di 2-1, con qualche sofferenza di troppo nel secondo tempo.

Per quanto riguarda la cessione societaria, dai trustee è trapelata la notizia della valutazione della Salernitana che sarebbe fissata a 40 milioni di euro. Si attendono quindi sviluppi da qui alla fine del mese di agosto. La cessione societaria entro tempi ragionevoli aprirebbe nuovi e più interessanti scenari per la squadra del cavalluccio marino.

- Advertisement -spot_img

More articles

- Advertisement -spot_img

Latest article