Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Salerno. Vivere con i coupon: la storia di Gina e Alfonso ‘risparmiatori professionisti’ per necessità

Scritto da Redazione il 31 marzo 2014 in Evidenza,Salerno. Stampa articolo

ImmagineSalerno. Perdere il lavoro e trovare un modo per arrivare a fine mese. La preoccupazione di tante, troppe famiglie italiane. Questa è la storia di una loro, di Gina Potente ed Alfonso Liguori che di questa amara realtà è rimasta vittima, ma ha scelto di reagire.

Tutto prende inizio lo scorso anno quando succede l’imprevedibile. O forse si dovrebbe dire: l’ormai fin troppo prevedibile: l’azienda casertana ‘Eldo’, per la quale i due lavorano, va fallita, lasciando la coppia in brache di tela. Disoccupati a 4o anni lui e 35 anni lei, senza altre offerte, con un affitto da pagare e i loro 4 figli piccoli a cui pensare.

Fin qui una parabola come tante, nell’Italia prostrata dalla crisi. Ma i coniugi non si perdono d’animo. Ragionano, ascoltano, osservano. E a un certo punto, l’idea. Prendendo spunto da un format televisivo americano che fa vedere come fare la spesa con i coupon, decidono di provare anche loro questo sistema di risparmio fatto di buono sconti e promozioni.

L’iniziativa si rivela vincente. I due non solo mettono il piatto in tavola, come si usa dire, ma riescono a mantenere un tenore di vita simile a quello precedente, senza far mai mancare nulla ai propri bimbi. Al punto tale che Gina e Alfonso aprono lo scorso gennaio anche una pagina su facebook  ’50cent è buono, gratis è meglio’ in cui condividono con gli altri le varie offerte che riescono a trovare in rete delle grandi e piccole catene. Consigli preziosi che in soli due mesi hanno portato la pagina ad essere frequentata da circa 800 utenti.

“Tanti disoccupati – ci spiega al telefono Gina – pensionati in difficoltà, casalinghe e famiglie numerose ci chiedono spiegazioni su come riusciamo a risparmiare così tanto e noi li guidiamo passo passo in questo mondo ancora poco conosciuto fornendo i link e le dritte giuste”.

Dalla rete, alle brochure dei supermercati ai buoni benzina o ai mille sondaggi online con cui si guadagnano altri sconti o crediti, i metodi per risparmiare sono ovunque. “Sono attenta a tutto – continua Gina – solitamente mi ci dedico tutta la mattina fino a quando non rientrano i ragazzi da scuola e poi la sera. Non è semplicissimo, serve pazienza e un po’ di applicazione. Il mio motto è: se posso averlo gratis, perchè pagarlo? “.

Un metodo il loro che gli permette anche di andare in vacanza. “Abbiamo trovato una fantastica promozione che ci permette di scegliere una località in Italia o all’estero per una settimana pagando solo il vitto. Trovo che sia un’occasione da non perdere, non è così facile trovare pacchetti di questo tipo”.

Ma non è il solo ‘colpo’ messo a segno da questa donna intraprendente. “Qualche settimana fa, presso un negozio di abbigliamento, con soli 2, 65 spesi grazie a diversi coupon, abbiamo acquistato jeans e magliette per un valore di 90, 75 euro”.

Intanto la loro vicenda sta facendo il giro del web diventando giorno dopo giorno sempre più popolare, anche a livello nazionale. E’ di stasera infatti uno speciale della trasmissione tv ‘Presa diretta’ in onda su Rai3 alle 21.00 su come gli italiani, soprattutto al sud, facciano ad arrivare a fine mese. Tra le altre voci, anche quella dei nostri Gina e e Alfonso. “Il programma voleva capire quale fosse il nostro sistema e noi più che spiegarlo a parole abbiamo preferito farlo con i fatti. Abbiamo portato con noi il giornalista a fare spesa e io abbiamo fatto vedere in maniera pratica come agiamo sul campo. Alla fine siamo usciti dal supermercato con una spesa da 40 euro pagando solo 9 euro”.

La morale di questa favola è moderna come la favola. I coniugi Liguori hanno fatto di necessità virtù e hanno saputo comunicarlo attraverso i media. L’augurio, per loro e per i tanti che da loro prendono esempio, è che presto questa attività diventi solo un simpatico passatempo e non l’unico modo per andare avanti.

Enrica  Bovi

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA