Home Blog

Presentazione Calendario Iconico Armando Cerzosimo Nero Nicosia

0
Nero Nicosia
Nero Nicosia

Nel corso della sua discesa in Sicilia per ritirare il premio alla carriera, conferitogli nell’ambito della XII edizione del prestigioso festival del cinema e della fotografia, in Nicosia, Armando Cerzosimo, cattura il nero e il baglio della terra siciliana, inseguendo, tra le antiche pietre del centro storico, la sua musa velata Arianna Castrogiovanni, sublimandone, nelle immagini, l’anima e il corpo.

Testimone invisibile, Armando Cerzosimo, rende Arianna latrice del suo messaggio, in spazi nostalgici, malinconici, storici, che trasudano un profondo senso di appartenenza e identità, come su una scena teatrale, legando nello scatto inscindibilmente tempo e memoria.

Da questo reportage è nato Nero Nicosia, il calendario iconico di Armando Cerzosimo che, impreziosirà il nuovo anno, per andare a rinnovare quelle ragioni estetiche, trasmesse ai figli Pietro e Nicola, da sempre improntate su principi di grande lealtà verso la fotografia sia quella, cosiddetta, commerciale, quanto la recherche, espressa attraverso reportage sociali con un dichiarato intento di ampio respiro, realizzati attraverso un sempre ferace confronto con altre realtà culturali del territorio. 

Nero Nicosia

Mercoledì 5 gennaio, alle ore 11, Armando Cerzosimo accoglierà la stampa per la presentazione del calendario e il vernissage di una selezione delle immagini che vanno a comporre il lunario, fruibili per il pubblico (sempre nel pieno rispetto delle ordinanze anticovid-19) presso la sua Galleria Camera Chiara in via Giovanni da Procida, 9, sino a domenica 16 gennaio.

L’incontro saluterà la partecipazione del giornalista Gabriele Bojano e di Marco Russo, presidente dell’Associazione Tempi moderni, che dialogheranno sul progetto di Armando Cerzosimo, nato nel 2019  in seno alla kermesse “I fotografi abbracciano Nicosia”, in sinergia con il Movimento per la difesa dei Territori, realizzato per intero con una Leica d Lux 3, per la grafica di Gaetano Paraggio e la partecipazione discreta di Edoardo Colace, straordinaria di Vittorio Lioce, silenziosa di Luciano Siviero e preziosa di Franco Turcati.

Serie A TIM: il calendario della Salernitana secondo Davide Nicola

0
Davide Nicola allenatore della Salernitana
Davide Nicola allenatore della Salernitana

“Ci aspetta un campionato in cui nessuna partita sarà facile, l’importante è lavorare con passione fin dal primo giorno. Sicuramente sarà molto gratificante incontrare una grande squadra come la Roma già alla prima di campionato”. Questo il commento del tecnico Davide Nicola in merito al sorteggio dei calendari di Serie A.

“Ci aspetta un inizio stimolante, subito con una grande sfida davanti al nostro pubblico. L’importante sarà iniziare fin da subito a lavorare con il giusto approccio e la giusta mentalità”.

Il sorteggio per la composizione del calendario per il campionato Serie A TIM 2022/2023, svoltosi ieri, mette a confronto nella prima giornata, all’Arechi, la Salernitana di nicola e la Roma di Mourinho. Inizio con una grande del campionato per dare subito il massimo in campo, anche per “vendicare” il brutto episodio del match giocato all’Olimpico, mal digerito da tifosi e squadra granata.

Anche la seconda giornata, il 21 agosto a Udine, sarà molto stimolante per l’orgoglio granata. Come dimenticare i 4 gol che la squadra friulana ha rifilato ai granata nell’ultima giornata dello scorso campionato, conclusosi poi con la salvezza della Salernitana grazie al suicidio del Cagliari a Venezia.

Logo Serie A TIM

Altro match importante alla sesta giornata, l’11 settembre, quando i granata scenderanno in campo a Torino contro la Juventus. Poi, il 16 ottobre, Inter – Salernitana, anche qui ci sarà da farsi valere per cancellare il brutto ricordo della “manita” subita nello scorso torneo, e il 30 ottobre, Lazio – Salernitana, match sempre molto sentito per la presenza ingombrante di Lotito.

Per l’intero girone di andata, quindi, di grandi squadre all’Arechi vedremo solo la Roma, per giunta nella prima giornata e con il settore distinti interdetto al pubblico. Un calendario che potremmo definire un po’ “dispettoso” per le casse granata. Ma la passione che si respira a pieni polmoni a Salerno, farà si che anche con le squadre meno blasonate, comprese le neopromosse, in particolare con Lecce e Cremonese, gli spalti dell’Arechi saranno gremiti all’inverosimile.

E se poi, nel girone di ritorno, i granata si trovassero in una posizione interessante di classifica, con tutti i big match all’Arechi, allora lo stadio salernitano diverrebbe improvvisamente troppo piccolo per contenere la marea di tifosi che assieperebbero gli spalti.

Ecco il link al calendario completo della Salernitana: CALENDARIO SERIE A TIM SALERNITANA 2022/2023

Salernitana in ritiro precampionato in Austria. Partita la campagna abbonamenti

0
stadio di Jenbach in Austria
stadio di Jenbach in Austria

la scelta di Jenbach, località tirolese, in Austria, per il ritiro precampionato della Salernitana, in preparazione del campionato di calcio di serie A 2022/2023, che inizierà il 14 agosto, a causa della lunga sosta invernale per il campionato mondiale, è quanto mai apprezzabile e condivisibile.

Una località alpina, con clima fresco ed aria incontaminata, per il romitaggio estivo di una squadra di calcio, viste soprattutto le temperature torride di questa estate infuocata, è la scelta ideale. Il programma delle amichevoli, inoltre, è quanto mai stimolante. Tra le altre i granata si confronteranno con avversarie del calibro di Schalke04, Hoffenheim e Galatasaray.

Inizia con il piede giusto, quindi, l’avventura della Salernitana, sotto la guida attenta e meticolosa di Mister Davide Nicola, dopo la rocambolesca ma meritata salvezza. Il Presidente Danilo Iervolino non si smentisce. Finalmente un ritiro precampionato di spessore, da serie A.

Intanto la società ha dato il via alla campagna abbonamenti. Tutti i particolari al link: CAMPAGNA ABBONAMENTI 2022/2023.

Prenderà ufficialmente il via il prossimo 1 luglio la stagione 2022/2023 della Salernitana. Gli uomini di Davide Nicola si ritroveranno in città il il 30 giugno e a partire dal giorno successivo fino al 3 luglio si sottoporranno a visite mediche e test atletici.

A partire dal 4 luglio i granata lavoreranno in ritiro a Jenbach (Austria) dove resteranno fino al 20 luglio. La squadra si ritroverà successivamente il 23 luglio nuovamente a Jenbach dove svolgerà l’ultima fase di preparazione fino al 29 luglio per poi fare ritorno in città.

Stadio di Jenbach in Austra

Queste le amichevoli in programma nel corso del ritiro austriaco:

7/07 Salernitana – SK Jenbach (Stadion Jenbach)

13/07 Salernitana – Schalke 04 (C.S. Worgl)

16/07 Salernitana – Hoffenheim (Kitzbuhel Stadium)

19/07 Salernitana – Rayo Vallecano (Stadion Jenbach)

27/07 Salernitana – Galatasaray (Tivoli-Neu Stadion, Innsbruck)

Seguiranno nei prossimi giorni maggiori informazioni sugli orari e le modalità di acquisto dei tagliandi per le gare amichevoli.

Fonte: ussalernitana1919.it

Salernitana: Morgan De Sanctis, convenzione stadio e ritiro in Austria

0
Morgan De Sanctis Direttore Sportivo Salernitana con Iervolino e Milan
Morgan De Sanctis Direttore Sportivo Salernitana con Iervolino e Milan

L’ex portiere di Roma, Napoli e Pescara, oggi 45enne, è stato scelto personalmente da Iervolino e prende il posto di un altro ex giallorosso, Walter Sabatini.

Da calciatore, Morgan De Sanctis ha militato  nella Roma, Napoli, Juventus, Galatasaray, Siviglia e Monaco. Una volta appese le scarpette al chiodo ha proseguito la sua carriera da dirigente nella Roma.

Basta con le vecchie e dispendiose logiche di mercato legate a doppio filo alle figure dei procuratori, la cui influenza e raggio d’azione andrebbe quanto meno ridimensionata.

Intanto, Morgan De Sanctis non ha intenzione di perdere tempo. Il nuovo direttore sportivo della Salernitana si è già messo al lavoro. Agenda fitta di appuntamenti sia sul fronte cessioni, sia su quello degli ingaggi.

Di seguito, lo scarno comunicato stampa della Salernitana che comunque dà un’indicazione sul perché della scelta. Danilo Iervolino vuole proporsi quale innovatore nel calcio, con dinamismo e trasversalità.

L’U.S. Salernitana 1919 comunica di aver raggiunto l’accordo con Morgan De Sanctis e di avergli affidato l’incarico di Direttore Sportivo del club granata a partire dal 1 luglio 2022.

La scelta si inserisce in un progetto più ampio all’insegna dell’innovazione e ad un nuovo modo dinamico e trasversale di intendere il mondo del calcio.

Firma_convenzione_Arechi_Milan_e_Sindaco_Napoli_buona.jpg

Altra buona notizia in casa granata. E’ stato ratificato al Comune di Salerno l’accordo per la proroga di un altro anno sulla convenzione per la gestione dello Stadio Arechi alla Salernitana.

Presenti l’Amministratore Delegato della società Maurizio Milan ed il Sindaco Vincenzo Napoli. Si tratta di un accordo che servirà a prendere del tempo tecnico necessario affinché il club di Iervolino appronti un piano dettagliato di restyling dell’impianto con successivo accordo pluriennale.

La Salernitana, infine, ha scelto la località austriaca di Stans per il ritiro precampionato. Partenza il 4 luglio, raduno in sede l’1 luglio per visite mediche e test atletici, prime date utili per le amichevoli il 13 e il 19 luglio. La Salernitana è pronta ad affrontare Schalke 04, Bayer Leverkusen e Union Berlin.

veduta panoramica di Stans in Austria

Il ritiro potrebbe essere prolungato di una settimana: quattro anziché tre, con la parte finale del romitaggio in Trentino Alto Adige.

Salernitana in cerca del direttore sportivo, confermato l’allenatore.

0

Il laconico comunicato stampa odierno della Salernitana ha spazzato via ogni dubbio sul divorzio, consensuale, tra la società del Presidente Iervolino e il direttore sportivo Walter Sabatini. Come un fulmine a ciel sereno, i tifosi hanno appreso la notizia, rimanendo stupiti dall’inatteso epilogo, le cui motivazioni sono da ricercare nelle divergenze in tema di mercato, rapporti con i procuratori, strategie di utilizzo delle risorse economiche da mettere in campo per la formazione della squadra che dovrà affrontare il prossimo campionato di serie A.

Iervolino non avrebbe gradito le troppo generose commissioni elargite dal direttore Sabatini ad alcuni procuratori e non avrebbe condiviso, già da un po’ di tempo a questa parte, alcune scelte nel mercato di riparazione, gravate da vincoli poco opportuni e sconvenienti per la società, nonostante il raggiungimento della salvezza, acciuffata per i capelli nell’ultima giornata di campionato solo grazie alla mancata vittoria del Cagliari a Venezia.

La mancanza di sintonia tra il patron della Salernitana e l’ormai ex direttore, inoltre, stava palesandosi in maniera netta ed irreversibile anche in tema di rinnovi contrattuali e di nuove trattative per la futura campagna acquisti e cessioni. Insomma, una totale dissonanza d’intenti e di strategie che ha indotto Danilo Iervolino a non fidarsi più dell’operato del dipendente.

Sembra che sia stata decisiva la verifica dei conti fatta dalla società in occasione della presentazione dell’indice di liquidità, che ha palesato quello che è stato giudicato uno spreco eccessivo di risorse economiche e qualche esborso non troppo ortodosso.

Fino a poche ore fa era in bilico anche la posizione dell’allenatore Davide Nicola, il cui contratto risultava firmato solo dal tecnico, ma non dalla società e che, pertanto, non era stato ancora depositato. Ma è notizia dell’ultima ora, ufficiale con tanto di comunicato sul sito web della Salernitana, che Iervolino ha firmato e depositato il contratto che legherà Nicola alla società granata per altri due anni.

Davide Nicola

Danilo Iervolino, che pure aveva accarezzato l’idea di dare un colpo di spazzola al passato recente e ripartire da un nuovo inizio, cambiando tutto, anche la guida tecnica, dopo l’ultimo colloquio chiarificatore con l’allenatore piemontese ha cambiato idea, confermandolo alla guida della squadra.

Per il ruolo di direttore sportivo si fanno i nomi di Bigon, in uscita da Bologna, Sogliano che ha chiuso la sua esperienza con il Padova, Petrachi ex direttore della Roma e Marino che alla fine di giugno dovrebbe chiudere con l’Udinese. Iervolino sta riflettendo, volendo decidere in prima persona, e non sono da escludere novità dell’ultima ora.

Al di là del comprensibile smarrimento in cui versa al momento la tifoseria per l’inaspettato e cruento epilogo della vicenda, riteniamo che Iervolino stia agendo nell’esclusivo interesse della Salernitana e che se svolta ci doveva essere, la tempistica scelta è quella giusta. Meglio cambiare adesso, dall’inizio, per poi mettersi al lavoro col nuovo staff al fine di dare forma alla squadra che dovrà avere come obiettivo la permanenza nella massima serie.

Il bilancio di una società calcistica deve essere tutelato e preservato da una comune strategia tra lo staff dirigenziale e quello tecnico e laddove non c’è sintonia d’intenti tra le varie componenti, intervenire anche in maniera drastica è l’unica soluzione praticabile.

Udc, ufficializzato il direttivo provinciale di Salerno

0
Ernesto Sica
Ernesto Sica

E’ stato ufficializzato il nuovo direttivo dell’Udc per la provincia di Salerno. Il commissario provinciale Ernesto Sica ha nominato: Sarel Malan (vice segretario provinciale e coordinatore della città di Salerno e della Valle dell’Irno); Cosimo Pio Di Benedetto (vice segretario provinciale e coordinatore della zona sud della provincia di Salerno); Antonio Piccirillo (vice segretario provinciale e coordinatore dell’area nord della provincia di Salerno); Maria De Caro (capo della segreteria provinciale); Mario Polichetti (già vice segretario regionale e responsabile nazionale Sanità); Rita Ferro (responsabile provinciale alle Pari opportunità).

“Continua il radicamento capillare dell’Unione di Centro su tutto il territorio salernitano. Crescono anche le adesioni e la voglia di rafforzare l’area moderata, cattolica, liberale del centrodestra. Oggi – spiega Sica – abbiamo ratificato i primi nomi del direttivo provinciale: un mix di persone giovani e più esperte, accomunate dalla profonda conoscenza dei loro territori, dal dinamismo e dalla volontà di condurre un lavoro di squadra.

I nostri obiettivi quotidiani sono stare fra la gente puntando sull’ascolto e sul dialogo per dare concreta risposta alle esigenze e ai problemi delle nostre comunità. Mentre i traguardi di medio e lungo periodo ci porteranno a lavorare per consolidarci ed arrivare pronti alle prossime elezioni politiche”.

Samarcanda Teatro debutta con ‘Cecè’ di Pirandello

0
Protagonisti
Protagonisti

Il prossimo 5 giugno 2022 a Battipaglia “Samarcanda Teatro” porta al debutto in scena “CECÈ”, allegra ed inconsueta commedia di Luigi Pirandello adattata e diretta da Enzo Fauci.

L’evento si colloca a distanza di meno di un mese dall’altro apprezzato debutto della storica compagnia teatrale battipagliese, ritornata alle scene lo scorso 8 maggio con “In tre sotto il letto”, frizzante commedia di Stefania De Ruvo diretta ed interpretata sempre da Enzo Fauci.

Ad interpretare “CECÈ” saranno Donato Ciociola nei panni dello scanzonato e spudorato protagonista, Nino Chillemi nei panni di Squatriglia e Giusy Murrone, a ricoprire il ruolo della giovane ed affascinante Nada.

Locandina

In scena anche il regista della commedia Enzo Fauci, assistente di scena Filomena Voto, mentre la Direzione di Produzione è curata come sempre da Francesco D’Andrea, fondatore e Presidente di Samarcanda Teatro.

La commedia sarà rappresentata presso la Sala Auditorium “S. Gregorio VII”, in Via Manzoni a Battipaglia, con inizio alle ore 20,30. Il biglietto d’ingresso con posto unico per assistere allo spettacolo, al costo di euro 5,00 può essere acquistato presso le prevendite di Battipaglia: Libreria Mondadori, in Via Mazzini 31; Bar Caffè Arté, in Via Italia 35; Copy & Copy Sas, in Via Salgari 22. Per ulteriori informazioni è possibile contattare i numeri 0828-307766 – 3317117342 – 335387954. Per bambini e ragazzi fino a 12 anni di età l’entrata è gratuita.

Givova Scafati, è 2-0 contro UCC Assigeco Piacenza: Ma quanta fatica!

0
Monaldi in penetrazione contro Piacenza
Monaldi in penetrazione contro Piacenza

Quanta fatica per la Givova Scafati, che ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie prima di poter cantare vittoria e festeggiare il 2-0 nella serie di semifinale playoff contro l’UCC Assigeco Piacenza, superata al PalaMangano 77-74 in gara due.

E’ stata senza dubbio la partita più difficile e complicata tra quelle fin qui disputate in stagione sul parquet amico di Viale della Gloria, sia per qualche leggero appannamento in difesa, soprattutto nella prima parte, sia per la tenacia dell’avversario di turno, che si è dimostrato un vero osso duro e resosi protagonista di una gara gagliarda e fisicamente combattuta, che si è decisa solo nelle battute conclusive.

LA PARTITA
La sfida entra subito nel vivo, i due quintetti di fronteggiano a viso aperto, rendendo la partita spettacolare ed avvincente sin dalla palla a due. Nei primi minuti è la Givova a tenere il naso avanti (10-6 al 3’). Poi però Sabatini e Pascolo portano in vantaggio i rossoblù (10-14 al 5’). Ci pensa Monaldi, con otto punti di fila, a riportare le redini della contesa nelle mani dei gialloblù (18-16 al 7’). E’ poi Mobio, con una schiacciata prima ed una stoppata poi, ad infiammare il PalaMangano e a dare la scossa ai suoi, che allungano sull’avversario, chiudendo avanti 26-20 la prima frazione.

Sabatini e Kohs provano a mettere paura ai locali (26-25 al 12’), ma capitan Rossato risponde subito presente (29-25 al 13’). I piacentini non mollano e, con Kohs e Galmarini, ritrovano il vantaggio al 14’ (29-30). Di qui innanzi, la sfida scorre via equilibrata, con botta e risposta tra i due quintetti in campo, che non riescono a prevalere l’uno sull’altro (38-38 al 17’). Entrambi i tecnici non sono soddisfatti del rendimento dei propri uomini e chiamano time-out uno dopo l’altro. Davoe è uno spauracchio per la difesa locale (38-42 al 18’) ed è tra i protagonisti del 41-43 con cui si arriva all’intervallo.

Palamangano in gara 2 contro Piacenza

In avvio di ripresa, sono i viaggianti (bene Pascolo) a pigiare il piede sull’acceleratore e a tentare l’allungo (44-51 al 23’). Coach Rossi ferma il cronometro per mettere subito ordine. I suoi uomini faticano a riprendere in mano la contesa, anche per merito della difesa avversaria. Ci prova allora il popolo del PalaMangano a spingere i locali, che trovano in Ikangi e Cucci due preziosi terminali offensivi (51-51 al 26’). Pascolo e Devoe allungano di nuovo (51-55 al 27’) e riescono a tenere Piacenza avanti 54-57 anche alla fine del terzo quarto.

La tripla di Kohs in avvio di ultima frazione spinge l’Assigeco sul 54-60 al 31’. L’anima gialloblù risponde soprattutto al nome di capitan Rossato, protagonista in ambedue le metacampo e mattatore del ritrovato sorpasso locale (64-63 al 33’). Sale in cattedra Cournooh, che, con l’aiuto di Ikangi, permette agli scafatesi di scavare un leggero solco (69-64 al 34’). Si segna poco in questo frangente, in cui le difese hanno ragione degli attacchi. In questo contesto, è la Givova a trarne vantaggio (73-67 al 38’). Coach Salieri chiama time-out, ma i suoi uomini faticano a rialzare completamente la testa, nonostante i tentativi di Pascolo e Devoe (76-74 a 40’’ dalla fine). La tripla di Kohs a 3’’ dal termine finisce sul ferro e con essa, in virtù del libero segnato da De Laurentiis, finisce anche la partita con il punteggio di 77-74.

LE DICHIARAZIONI
Coach Alessandro Rossi: «Se la partita più difficile della stagione arriva proprio oggi, ho validi motivi per fare i complimenti ai miei ragazzi, che finora hanno reso tutto fin troppo semplice. Abbiamo fatto una fatica incredibile a prendere ritmo in difesa e a trovare le contromisure alla qualità di Sabatini, Devoe e compagni. In gara uno pensavamo di avere tutto sotto controllo, invece i playoff sono questi, le cose cambiano ogni due giorni ed oggi l’abbiamo vinta col cuore e con i nervi, piuttosto che con la tecnica e la tattica. Siamo stati bravi a trovare le scelte giuste con lucidità, ma dobbiamo imparare a farlo con più continuità. Non sono contento dell’arbitraggio, perché non siamo stati tutelati e in generale non sono contento sui fischi e la gestione. La squadra è stata comunque brava a non perdere la bussola neppure nelle difficoltà».

Ikangi a canestro contro Piacenza

I TABELLINI
GIVOVA SCAFATI – UCC ASSIGECO PIACENZA 77-74
GIVOVA SCAFATI: Mobio 2, Daniel 11, Grimaldi n. e., Perrino n. e., Parravicini, De Laurentiis 7, Clarke 5, Rossato 15, Cournooh 5, Monaldi 15, Cucci 7, Ikangi 10. Allenatore: Rossi Alessandro. Assistente Allenatore: Nanni Francesco.
UCC ASSIGECO PIACENZA: Bellan 1, Kohs 10, Seck n. e., Davoe 18, Galmarini 3, Gajic, Pascolo 20, Guariglia 8, Querci, Sabatini 14. Allenatore: Salieri Stefano. Assistenti Allenatori: Grazzini Gabriele, Farina Fabio.

ARBITRI: Bartolomeo Antonio di Lecce, Puccini Paolo di Genova, Morassutti Alberto di Gradisca D’Isonzo (Go).
NOTE: Parziali: 26-20; 15-23; 13-14; 23-17. Falli: Scafati 20; Piacenza 22. Usciti per cinque falli: Galmarini. Espulsi: nessuno. Tiri dal campo: Scafati 26/68 (38,2%); Piacenza 29/66 (43,9%). Tiri da due: Scafati 17/32 (53,1%); Piacenza 23/41 (56,1%). Tiri da tre: Scafati 9/36 (25,0%); Piacenza 6/25 (24,0%). Tiri liberi: Scafati 16/23 (69,6%); Piacenza 10/16 (62,5%). Rimbalzi: Scafati 43 (12 off.; 31 dif.); Piacenza 40 (8 off.; 32 dif.). Assist: Scafati 15; Piacenza 10. Palle perse: Scafati 11; Piacenza 14. Palle recuperate: Scafati 7; Piacenza 6. Stoppate: Scafati 3; Piacenza 2. Spettatori: 1.980 circa.

Salerno Jazz & Pop Festival al Teatro Augusteo

0
Rosalia-De-Souza
Rosalia-De-Souza

Sarà il Teatro Augusteo di Salerno ad ospitare dal 29 al 31 maggio 2022 la dodicesima edizione del Salerno Jazz&Pop Festival organizzato dal Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci”.

I concerti prenderanno il via alle ore 21.00.

Il 28 maggio è in programma l’esibizione, ad ingresso libero, di Guglielmo Guglielmi & Martucci New Jazz Generation e di Noreda Graves, voce soul tra le più apprezzate d’America; il 29 maggio, invece, sempre ad ingresso libero, spazio alle note della Marco Zurzolo Romantic Bebop e alle suggestioni di bossa nova della cantante brasiliana Rosalia De Souza; il 30 maggio per la serata finale palcoscenico tutto per il Sergio Cammariere Quartet, il costo del biglietto è di 15 euro ed è acquistabile in prevendita su www.postoriservato.it.

PROGRAMMA

SABATO 28 MAGGIO

GUGLIELMO GUGLIELMI & MARTUCCI NEW JAZZ GENERATION

L’ensemble, diretto dal M° Guglielmo Guglielmi, docente di Musica d’insieme Jazz, é formato dagli studenti della scuola di jazz appartenenti ai corsi di I e II livello del Conservatorio di musica “G. Martucci” di Salerno.

L’organico dà vita ad un concerto dedicato ad alcuni tra i più importanti autori ed interpreti del jazz contemporaneo, da Quincy Jones a John Lennon.

NOREDA GRAVES

Cantante e cantautrice americana del North Carolina. Il suo sound è un mix di gospel, funk, blues e R&B.

Noreda ha iniziato a cantare in chiesa all’età di tre anni, ha imparato l’arte del canto dai suoi genitori e dai tanti musicisti di talento con cui è stata in contatto.

Voce soprano solista dell’Harlem Gospel Choir e del coro dell’Anthony Morgan Inspirational Choir of Harlem, Noreda, nel 2017, ha deciso di dare una svolta alla sua carriera, trasferendosi in Europa e fondando la sua band in Italia “Noreda and Her Band”. Il 18 febbraio 2022 è uscito il suo primo disco Introducing Noreda.

SalernoJazz_concerti

DOMENICA 29 MAGGIO 2022

MARCO ZURZOLO ROMANTIC BEBOP

La band, diretta dal M° Marco Zurzolo, docente di musica d’insieme jazz, è formata dagli studenti della scuola jazz appartenenti ai corsi di I e II livello del Conservatorio di musica ” G. Martucci” di Salerno.

In questo progetto si ritrova una nuova visione della musica, che scorge la sua ratio nella fusione di suoni e linguaggi diversi, che coesistono ed impregnano la nostra cultura, che va dal Jazz alla Canzone Napoletana, fino a raggiungere quella del Mediterraneo.

Rosalia De Souza

Con le sue suggestioni di bossa nova e della “musica popular brasileira”, Rosaria De Souza è l’interprete più famosa al mondo tra quelle operanti fuori dai confini nazionali.

Nata a Rio de Janeiro nel 1966 nel quartiere di Nilopolis (famoso per la scuola di samba Beija-Flor), nel 1988 si trasferisce in Italia dove studia teoria musicale, percussioni cubane e canto jazz.

Nel 2003 pubblica il suo primo album da solista, Garota Moderna, che ha successo anche all’estero. Nel 2006 pubblica Brasil Precisa Balançar, il suo secondo album, con composizioni di Tomas di Cunto e Roberto Menescal, registrato a Rio De Janeiro, con la partecipazione di Marcos Valle. Nel settembre 2009 esce l’album D’Improvviso.

Il legame tra la musica del Brasile e l’Italia passa anche per una collaborazione con musicisti napoletani per omaggiare la figura del compianto Pino Daniele.

Il 25 marzo 2022 pubblica il nuovo disco Inspirada realizzato insieme a Paolo Di Sabatino pianista di spicco sulla scena jazz che ha composto le musiche.

Rosalia De Souza a SalernoJazz_concerti

LUNEDÌ 30 MAGGIO

Sergio Cammariere Quartet in concerto

Cantautore e pianista raffinato ed interprete coinvolgente, trae la sua ispirazione sia dalla musica classica, sia dalle sonorità sudamericane e dall’influenza esercitata dal jazz.

Esordisce negli anni ’90 scrivendo per il cinema (‘Quando eravamo repressi’ di Pino Quartullo, ‘Teste Rasate’ di Claudio Fragasso, ‘Uomini senza donne’ di Angelo Longoni) accompagnando con la sua musica cortometraggi (‘Non finisce qui’ di Maria Sole Tognazzi, ‘La pena del pane’ di Lucia Grillo). Nel 2002 esce il suo primo album Dalla pace del mare lontano e inizia la collaborazione con Roberto Kunstler per i testi.

La partecipazione al Festival di Sanremo nel 2003 con Tutto quello che un uomo gli regala il terzo posto oltre al Premio della Critica, il Premio “Migliore Composizione Musicale” e due Dischi di Platino.

Vincitore di prestigiosi riconoscimenti, tra cui il Premio Carosone e la Targa Tenco, Cammariere nei suoi concerti crea sul palco una straordinaria armonia con i suoi musicisti e “invenzioni” musicali di grande impatto.

Cammariere sarà affiancato dalla sua storica band, composta da Daniele Tittarelli sax soprano, Luca Bulgarelli al contrabbasso e Amedeo Ariano alla batteria.

Aci Salerno. Patenti di servizio per i Vigili Urbani di Salerno

0
Partcipanti al Corso
Partcipanti al Corso

Ha avuto inizio oggi presso la sede dell’Automobile Club Salerno, con il saluto introduttivo del Direttore dell’Aci Salerno Giovanni Caturano e del Comandante della Polizia Locale di Salerno Rosario Battipaglia, il Corso per il conseguimento delle Patenti di Servizio rivolto alla Polizia Municipale del capoluogo salernitano.

Sono 43 i Vigili Urbani che siedono da oggi e per cinque giorni sui “banchi di scuola” per approfondire le tematiche relative al Codice della Strada, all’infortunistica stradale, medicina legale, primo soccorso e tanto altro.

La giornata conclusiva sarà invece dedicata alle prove pratiche di esercitazione per l’addestramento a quanto è opportuno e utile per la guida in condizioni di sicurezza, nei diversi tipi di itinerari, tipologie di strade, orari, situazioni di traffico, condizioni climatiche, meteorologiche, di durata, di affaticamento.

L’organizzazione del Corso è stata curata dalla Scuola Regionale di Polizia Locale, diretta dal dr. Dionisio Limongelli coadiuvato dal dr. Ettore Rossi e dal Comandante della Polizia Municipale di Salerno dr. Rosario Battipaglia.

Direttore Aci salerno G Caturano e Comandante Polizia Municipale Salerno R Battipaglia

Nel suo saluto introduttivo il Direttore dell’Aci Salerno Giovanni Caturano, anche a nome del Presidente Vincenzo Demasi, ha sottolineato la collaborazione istituzionale dell’Automobile Club Salerno con tutte le istituzioni sul territorio ed in particolare con la Polizia Municipale e le altre Forze dell’Ordine sulle importanti tematiche della formazione, dell’educazione e della sicurezza stradale.

Il Comandante Rosario Battipaglia ha evidenziato come l’ultimo Corso sulle patenti di servizio per gli operatori del Comando di Salerno risale a oltre diciotto anni fa e quindi l’organizzazione di un nuovo Corso era molto sentita da tutti gli Agenti e, per questo, ha voluto ringraziare la sensibilità della Scuola Regionale di Polizia Locale e dell’Assessorato Regionale alla Sicurezza, guidato dal Prefetto Mario Morcone, e la disponibilità operativa dell’Automobile Club Salerno.

Aci assicurerà, con gli istruttori della struttura nazionale di Ready2Go sotto il coordinamento di Valerio Vella, la formazione degli Agenti nelle esercitazioni pratiche che si svolgeranno il prossimo 31 maggio presso il Circuito del Sele a Battipaglia (SA) con autoveicoli e simulatori di guida in realtà virtuale.

Inaugurata a Castel San Giorgio l’Associazione Rainbow Children

0
Associazione Rainbow Castel San Giorgio
Associazione Rainbow Castel San Giorgio

“Più attenzione al mondo dell’Autismo e della disabilità, inclusione, partecipazione e condivisione: queste le parole chiave della cerimonia di presentazione dell’ Associazione Rainbow Children che si è  svolta sabato 21 maggio, nella splendida cornice di Villa Calvanese a Lanzara, frazione di Castel San Giorgio.

Questa realtà associativa nasce grazie alla forte determinazione di tanti genitori di bambini autistici del nostro territorio,  che si battono per vedere riconosciuti i loro diritti e avere più tutele e servizi per i loro bambini. Un momento di condivisione e di partecipazione, insieme ad un “arcobaleno” di bambini, che col loro entusiasmo ci hanno regalato un sorriso e tanti momenti di gioia”: a dirlo è la Deputata del MoVimento 5 Stelle Virginia Villani, ospite dell’ affollata e ben riuscita manifestazione.

“Alla presenza di moltissimi genitori, bambini e istituzioni, la cerimonia di presentazione è stata un’importante occasione di informazione e confronto. Ringrazio per l’invito la Presidente Anna Vuolo, i soci Carmelinda Caiazza, Antonietta, Vincenzo e tutti i membri dell’Associazione.

Associazione Rainbow Chidren e Virginia Villani Castel San Giorgio

Ho voluto fortemente testimoniare con la mia presenza la vicinanza a Rainbow Children che rappresenta una realtà importantissima per l’Agro Nocerino Sarnese e che va incoraggiata e sostenuta” spiega la Deputata Villani “Insieme al sindaco di Siano Giorgio Marchese  e al sindaco di Castel San Giorgio, Paola Lanzara presenti alla manifestazione, abbiamo promesso il nostro sostegno all’associazione oltre che il massimo supporto a tutte queste famiglie cha la compongono”.

“Nel corso della cerimonia ho ribadito il mio grande interesse per il tema dell’autismo,  ho illustrato ai presenti la mia mozione sull’autismo e ho rinnovato ai presenti il mio forte impegno a sostenere i Caregiver familiari, oltre che pretendere maggiori tutele per le persone autistiche alle quali va tutto il mio sostegno: continuerò a farmi portavoce in Parlamento di ogni azione che possa promuovere l’integrazione sociale, l’autonomia e l’aiuto per i bambini con esigenze speciali e le loro famiglie.

Colgo l’occasione per ringraziare tutti per questo fantastico momento di condivisione e inclusione che deve ricordarci quanto possiamo fare, ogni giorno, per non lasciare nessuno indietro” conclude la Deputata M5S Villani.