Home Blog

Presentazione Calendario Iconico Armando Cerzosimo Nero Nicosia

0
Nero Nicosia
Nero Nicosia

Nel corso della sua discesa in Sicilia per ritirare il premio alla carriera, conferitogli nell’ambito della XII edizione del prestigioso festival del cinema e della fotografia, in Nicosia, Armando Cerzosimo, cattura il nero e il baglio della terra siciliana, inseguendo, tra le antiche pietre del centro storico, la sua musa velata Arianna Castrogiovanni, sublimandone, nelle immagini, l’anima e il corpo.

Testimone invisibile, Armando Cerzosimo, rende Arianna latrice del suo messaggio, in spazi nostalgici, malinconici, storici, che trasudano un profondo senso di appartenenza e identità, come su una scena teatrale, legando nello scatto inscindibilmente tempo e memoria.

Da questo reportage è nato Nero Nicosia, il calendario iconico di Armando Cerzosimo che, impreziosirà il nuovo anno, per andare a rinnovare quelle ragioni estetiche, trasmesse ai figli Pietro e Nicola, da sempre improntate su principi di grande lealtà verso la fotografia sia quella, cosiddetta, commerciale, quanto la recherche, espressa attraverso reportage sociali con un dichiarato intento di ampio respiro, realizzati attraverso un sempre ferace confronto con altre realtà culturali del territorio. 

Nero Nicosia

Mercoledì 5 gennaio, alle ore 11, Armando Cerzosimo accoglierà la stampa per la presentazione del calendario e il vernissage di una selezione delle immagini che vanno a comporre il lunario, fruibili per il pubblico (sempre nel pieno rispetto delle ordinanze anticovid-19) presso la sua Galleria Camera Chiara in via Giovanni da Procida, 9, sino a domenica 16 gennaio.

L’incontro saluterà la partecipazione del giornalista Gabriele Bojano e di Marco Russo, presidente dell’Associazione Tempi moderni, che dialogheranno sul progetto di Armando Cerzosimo, nato nel 2019  in seno alla kermesse “I fotografi abbracciano Nicosia”, in sinergia con il Movimento per la difesa dei Territori, realizzato per intero con una Leica d Lux 3, per la grafica di Gaetano Paraggio e la partecipazione discreta di Edoardo Colace, straordinaria di Vittorio Lioce, silenziosa di Luciano Siviero e preziosa di Franco Turcati.

Riprende la programmazione al Teatro Ghirelli con “La donna albero”

0
la donna albero
la donna albero

Una moltitudine di personaggi e di destini prendono vita sul palco per consacrare la nascita di un cunto d’amore e di violenza, ambientato nella Sicilia di metà novecento. Dove i treni passano lenti e in ritardo e il fascismo detta le sue leggi senza giustizia.

In questa moltitudine di voci se ne fa largo una che chiede di essere madre. Minica e Nino vorrebbero avere un figlio. Ma quando sembra che il loro desiderio si sta per avverare ecco che interviene la “storia”, quella con la s minuscola che fa da eco a quella con la S maiuscola fatta di soprusi e ingiustizie. Il desiderio di trasforma in muta disperazione.

Un racconto sulla metamorfosi e sulla resistenza. Un Cunto siciliano sulla forza straordinaria di una donna che si fa albero, che mette radici nella terra  pur di generare una nuova vita.

“La donna albero ” racconta una storia che affonda le proprie parole nel mito.

Sul palco tre narratori, figure mitiche, viaggiatori che si raccontano una storia in attesa che il treno parta e che il rito del teatro abbia inizio. Perché se si sa aspettare, il teatro arriva. E quando arriva…viri vi!

“La donna albero” con “La donna pesce/Le funambole” completa un dittico sulla metamorfosi. Due spettacoli tratti dalle opere del maestro Andrea Camilleri.

donna albero locandina

Venerdì 28 gennaio alle 18, la compagnia incontrerà il pubblico presso la libreria Feltrinelli di Salerno (prenotazione obbligatoria al 3402703329)

SPETTACOLI

sabato 29 gennaio ore 19domenica 30 gennaio ore 18La donna albero – liberamente ispirato ad Andrea Camilleri, con Luca Iervolino, Antonella Romano, Rosario Sparno, regia e adattamento Rosario Sparno, Casa del Contemporaneo.

INFORMAZIONI E BIGLIETTERIA
TEATRO GHIRELLI – Lungoirno, Viale Antonio Gramsci. Interno del Parco urbano dell’Irno

Salerno
info e prenotazioni: 345/4679142 – info@casadelcontemporaneo.itteatroghirelli@casadelcontemporaneo.itwww.casadelcontemporaneo.it

Orari spettacoli

sabato 13 novembre, ore 19 – domenica 14 novembre, ore 18


Come raggiungerci

Autostrada, uscita Fratte – Parcheggio adiacente – fb @casadelcontemporaneo @teatroghirelliInstagram @casadelcontemporaneo

Jomi Salerno, all’orizzonte c’è la sfida esterna contro Casalgrande

0
Jomi Salerno handball
Jomi Salerno handball

Ritornano in campo le Campionesse d’Italia in carica della Jomi Salerno. Capitan Pina Napoletano e compagne saranno di scena sabato 29 gennaio (ore 18:30) al Pala Keope, contro le padrone di casa della Casalgrande Padana nel match valevole quale terza giornata del girone di ritorno.

“Finalmente sabato – afferma Ilaria Dalla Costa – torniamo nuovamente in campo dopo questo lungo periodo di stop. Siamo state, infatti, costrette a mordere il freno prima per le festività natalizie e successivamente per le positività al Covid riscontrate all’interno del nostro gruppo squadra”.

In merito alla gara in programma sabato contro Casalgrande poi aggiunge: “Ci attende una gara difficile perchè siamo ferme da diverso tempo ed inoltre saremo di scena sul campo ostico come quello di Casalgrande, una formazione che nelle scorse stagione ci ha sempre messo in difficoltà, ci ha sempre dato filo da torcere”.

Jomi - Casalgrande
Jomi – Casalgrande

Il terzino della Jomi Salerno poi conclude: “Sarà importante per noi riuscire a portare a casa l’intera posta in palio per riprendere gioco e sintonia di squadra.

Inoltre, per partire con una mentalità vincente alla volta di Salsomaggiore Terme dove dal tre al sei febbraio si svolgeranno le Final Eight di Coppa Italia”. Intanto sono state stabilite le date dei recuperi delle gare delle prime due giornate di ritorno.

Le campionesse d’Italia in carica saranno di scena in trasferta il 15 febbraio (ore 20) per il match contro Mezzocorona ed il 2 marzo (ore 18:30) tra le mura amiche della palestra Caporale Maggiore Palumbo contro Pontinia.

Cilento Bus, una partenza da Napoli e Salerno ogni tre ore per Palinuro e Marina di Camerota

0
cilento bus
cilento bus

Nonostante il periodo difficile di emergenza sanitaria che il mondo sta attraversando, nel Cilento le corse dei bus che accompagnano i turisti alla scoperta delle meraviglie della costa Patrimonio dell’Unesco, non si fermano, anzi. Cilento Bus, servizio svolto dalle autolinee Infante, è stato riconfermato anche per il 2022.

Ma la riconferma non basta, le autolinee Infante hanno deciso di aumentare la qualità, i servizi e i collegamenti. Tre linee differenziate da tre colori diversi: rosso, giallo e verde. La Costa del Cilento collegata direttamente con l’aeroporto e la stazione dei treni di Napoli, con Pompei, Salerno passando per Paestum, Agropoli, Castellabate, Agnone Cilento, Casa del Conte, Acciaroli, Palinuro e Marina di Camerota.

I vantaggi? Molteplici.  Il servizio è diretto e non prevede cambi. I turisti viaggiano con autobus gran turismo ecologici (euro 6), personale qualificato e servizio d’assistenza presso l’aeroporto internazionale di Capodichino. A bordo il protocollo anticovid è fatto rispettare in modo rigido.

Ogni anno migliaia di persone da ogni parte del mondo raggiungono il Cilento e viceversa. Durante il 2020 e il 2021, nonostante la crisi pandemica, il flusso è rimasto costante e, anzi, in determinati periodi dell’anno si è registrato un forte aumento. In virtù del rispetto dei protocolli di sicurezza da parte dell’azienda Infante, grazie a sanificazioni periodiche e pulizia attenta di ogni autobus e minibus assegnati ad ogni linea, i viaggiatori si affidano maggiormente al trasporto su gomma anziché scegliere il treno.

cilento bus

Diverse le novità in arrivo in vista della prossima stagione turistica. La più importante riguarda senza dubbio il potenziamento delle corse dirette nel comprensorio Basso Cilento (Palinuro e Marina di Camerota). E’ stata prevista infatti una corsa ogni tre ore da e per Salerno, Pompei e Napoli. Riconfermate anche le tariffe agevolate per le famiglie, bimbi gratis fino a 10 anni con posto comunque riservato.

«Essendo divenuti punto di riferimento del trasporto nel Cilento, abbiamo l’obbligo di migliorare i nostri servizi anno dopo anno, al fine di garantire il diritto alla mobilità e rendere fruibile il nostro lembo di paradiso – sottolinea Alessandro Infante, amministratore dell’azienda Autolinee Infante -. Il nostro impegno è tangibile al fine di rendere quando più agevole e sicuro possibile il viaggio dei turisti che raggiungono la costiera Cilentana».

CILENTO BUS INFANTE VIAGGI
• Info e prenotazioni : + 39 0974 1984230
• www.agenziainfanteviaggi.it
• www.cilentobus.com

La Shoah tra storia e letteratura presso la Chiesa di Santa Maria de Lama

0
Salerno - Santa Maria de lama
Salerno - Santa Maria de lama

In occasione della celebrazione del Giorno della Memoria, domani 27 gennaio 2022, ore 18.00, presso la Chiesa di Santa Maria de Lama, a Salerno, la Soprintendenza ABAP diretta da Raffaella Bonaudo, in collaborazione con il Touring Club Italiano – Club di territorio Salerno e l’Associazione Italo Polacca di Salerno e Provincia, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Cultura, del Comune di Salerno e del Consolato della Repubblica di Polonia per la Regione Campania, ha organizzato l’evento commemorativo La Shoah tra storia e letteratura.

Dopo un’introduzione storica sulle testimonianze della presenza degli Ebrei a Salerno a cura del TCI CdT Salerno, si affronta il tema della Shoah attraverso la lettura di poesie e brani scelti di Menotti Lerro, poeta e Direttore del Centro Contemporaneo delle Arti di Vallo della Lucania, e la recitazione di un monologo tratto dallo spettacolo Noi pupazzi del maestro Marco De Simone.

Chiesa di Sanata Maria de Lama a Salerno

Nel corso dell’evento sono eseguiti brani musicali a cura dello stesso maestro De Simone. La serata è arricchita, inoltre, dall’importante testimonianza di Ewa Widak, Presidente dell’Associazione Italo Polacca di Salerno e Provincia e dalla partecipazione di una rappresentanza degli allievi del Liceo Classico Torquato Tasso di Salerno.

Per accedere all’evento, in ottemperanza alle più recenti disposizioni di legge, è necessario indossare la mascherina ed esibire il Super Green Pass (Certificazione verde COVID-19 attestante l’avvenuta vaccinazione anti-Sars-Cov-2 o la guarigione dall’infezione Covid19) unitamente al documento di riconoscimento al fine di verificarne l’effettiva titolarità.

Gravi criticità all’ospedale di Sarno: si rischia la chiusura?

0
Lucia Vuolo PPE
Lucia Vuolo PPE

Il pronto soccorso in forte sofferenza per carenza di personale sta proiettando tutto il peso, insostenibile, sui reparti. La rete di emergenza urgenza è in affanno ormai da tempo. Parliamo di un importante presidio ospedaliero, il “Martiri del Villa Malta” di Sarno, che serve un ampio bacino di utenza, tra le province di Salerno e Napoli. Un polo di eccellenza, in posizione strategica, ma che, come molti altri, sta crollando nell’emergenza del personale ridotto.

Cosa sta accadendo?

I medici dei reparti, con grande senso di responsabilità e abnegazione, vanno in supporto con turni in pronto soccorso. Una soluzione che mostra il prestigio del personale da una parte, e la mortificazione sotto i colpi di incompetenze e politica politicante dall’altra. Una soluzione che, col passare dei mesi, sta creando sofferenze nella struttura. I medici o sono in reparto o in pronto soccorso. A tutto il personale, caricato oltremodo, vanno il mio pensiero e la mia vicinanza. Mi dispiace per i pazienti, per un diritto costituzionale calpestato. E la Regione Campania non può non sapere.

Bisogna intervenire subito con il potenziamento del personale. Lo si dice da anni, piano di rientro o meno, lo hanno promesso tante volte, siamo stati tutti sistematicamente presi in giro. Ora però, da europarlamentare, chiederò un report dettagliato, dal pronto soccorso ai reparti, su urgenze, priorità e necessità. Poi vedremo il da farsi a partire dalle opportunità che ci sono in Europa.

L’ospedale di Sarno è indispensabile nella rete di emergenza urgenza, nel rispetto, non da ultimo, anche della storia: ricostruito dopo la frana del 5 maggio 1998, dedicato ai suoi “Martiri”.

Ultima considerazione. Temi come la riorganizzazione dei presidi, il potenziamento del personale, la dotazione tecnologica non possono essere utili solo in campagna elettorali e nei monologhi del venerdì. Sarno non è l’ultima delle gravi criticità della sanità campana. A mio avviso, da cittadina e europarlamentare, sono gli ospedali dell’Agro Sarnese Nocerino che dovrebbero avere una riorganizzazione seria e lungimirante, data la densità abitativa. E, a ben vedere, anche a Cava de’ Tirreni le cose non stanno andando come promesso da sette anni or sono.

In troppi stanno portando in dote il PNRR, come fosse la soluzione di ogni problema. Chi lo dice, sa di mentire. Con queste premesse infatti, il piano di ripresa e resilienza sarà la più grande opportunità persa della Campania.

Pitu Benítez è un nuovo calcettista dell’Alma Salerno

0
Marcos Benitez Ortis
Marcos Benitez Ortis

La società granata è lieta di annunciare l’acquisizione delle prestazioni sportive di Marcos Osvaldo Benítez Ortiz. L’asso paraguaiano ha svolto nella giornata di lunedì mattina il suo primo allenamento, in compagnia del connazionale José Rotella e del venezuelano Nelson Bello. I tre sono assistiti dal procuratore Roberto Dalia, al quale vanno i ringraziamenti per il buon esito delle trattative.

Il calcettista di Villa Hayes è una piacevole conoscenza del futsal del Belpaese: Luparense, Arzignano, Marca e Pescara le esperienze che gli hanno dato maggiori soddisfazioni. Con la casacca dei Grifoni, in particolare, si è fregiato di uno scudetto e una supercoppa (2006), che fanno il paio con le partecipazioni (2008 e 2012) alla rassegna mondiale. Universale che ama mettersi a disposizione dei compagni, Pitu porta in organico un bagaglio di esperienza importante, utile alla rincorsa play-off del roster granata.

Rotella, Bello e Benitez con il tecnico Marcello Magalhaes

DICHIARAZIONI DELL’ALLENATORE MARCELLO MAGALHAES – “Pitu è un calcettista che non ha bisogno di presentazioni. La sua duttilità, unita alla grande esperienza, ne faranno presto un perno dell’organico. Adesso abbiamo due settimane per amalgamare il gruppo e permettere ai nuovi innesti di entrare nei meccanismi di gioco”.

Ricollocazione lavoratori “La Fabbrica”, chiesto un incontro a Comune e società

0
FIA della Fabbrica
FIA della Fabbrica

Un incontro urgente per la ricollocazione dei lavoratori de “La Fabbrica”. E’ quanto chiedono le organizzazioni sindacali con una lettera inoltrata al sindaco di Salerno, all’assessore alle Attività produttive, all’amministratore delegato de “La Fabbrica” e alle amministrazioni delle aziende appaltanti, Copas Service Srl e Titanus Security Service Srl.

«Registriamo un grave stato di tensione sociale dei lavoratori impiegati nel servizio di pulizie e vigilanza presso il centro commerciale, ora chiuso, con le società che sembrano scomparse. La pratica di cassa integrazione è stata approvata fino al 31 dicembre scorso – è quanto denunciano Angelo Rispoli, segretario provinciale della Fiadel, e Gennaro Scarano, segretario Uil – Questi dipendenti, ormai da mesi senza stipendio e senza futuro occupazionale, chiedono alle parti in indirizzo di dar vita ad un confronto sul futuro di detta attività».

Ieri sera si è tenuta una riunione unitaria presso la sede della Fiadel Salerno. L’ultimo faccia a faccia, insieme ai soggetti coinvolti, si tenne a luglio dello scorso anno. Per Rispoli, il tavolo non può più essere rinviato: «Siamo vicini alle maestranze che attendono una schiarita e già da troppo tempo devono convivere con l’incertezza. Lanciamo un appello al sindaco Enzo Napoli e all’assessore Alessandro Ferrara, ricordando il patto con Lettieri per la riconversione dell’area e la  tutela dei dipendenti all’epoca dell’amministrazione De Luca».

GdF: concorso per il reclutamento di 15 Tenenti in servizio permanente effettivo

0
Concorso nella Guardia di Finanza
Concorso nella Guardia di Finanza

Sulla Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale – n. 5, del 18 gennaio 2022 è stato pubblicato il concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 15 tenenti in servizio permanente effettivo del “ruolo tecnico-logistico-amministrativo” del Corpo della Guardia di Finanza.

Tali posti sono ripartiti tra le seguenti specialità:
a. n. 3 (tre) posti per amministrazione;
b. n. 1 (uno) posto per commissariato;
c. n. 4 (quattro) posti per telematica;
d. n. 3 (tre) posti per infrastrutture;
e. n. 1 (uno) per motorizzazione-settore navale,
f. n. 3 (tre) per sanità.

Possono partecipare al concorso i cittadini italiani di età non superiore ai 32 anni e in possesso, alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande di partecipazione, di lauree magistrali/specialistiche attinenti alle specialità la quale si concorre.

Guardia di Finanza
Guardia di Finanza

La presentazione delle domande dovrà avvenire entro le ore 12.00 del 17 febbraio 2022. La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata esclusivamente mediante la procedura telematica disponibile sul portale attivo all’indirizzo “https://concorsi.gdf.gov.it” – dove è possibile acquisire ulteriori e più complete informazioni di dettaglio – seguendo le istruzioni del sistema automatizzato.

I concorrenti, che devono essere in possesso di un account di posta elettronica certificata (P.E.C.), dopo essersi registrati al portale, potranno accedere, tramite la propria area riservata, al form di compilazione della domanda di partecipazione.

Spacciatrice di droga arrestata nel centro di Salerno dalla Polizia

0
Polizia - la squadra mobile in azione
Polizia - la squadra mobile in azione

Gli Agenti della Polizia di Stato hanno tratto in arresto una spacciatrice nel centro di Salerno. I poliziotti della Squadra Mobile – Sezione Criminalità diffusa, nella serata di ieri, hanno colto in flagranza di reato, A.L, nata nel 1995, salernitana, con precedenti specifici, resasi responsabile della detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, ex art. 73 D.P.R. 309/90.

In particolare, durante un servizio finalizzato alla repressione del fenomeno del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, la donna è stata notata dagli Agenti della Polizia di Stato nei pressi di Piazza Casalbore, ed è stata controllata.

Indosso alla persona indagata sono state rinvenute 11 dosi di cocaina, pronte alla vendita. Inoltre, a seguito della perquisizione domiciliare operata dalla Polizia, sono state rinvenute, in alcuni nascondigli ricavati nell’abitazione, ulteriori 26 dosi della stessa sostanza stupefacente, la cocaina, nonché un bilancino di precisione utile per il confezionamento della droga.

Squadra Mobile della Polizia in azione
Polizia in azione

La pusher è stata arrestata dagli Agenti della Polizia di Stato ed è stata posta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha ordinato la traduzione agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Castel San Giorgio conferisce la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto

0
Consiglio Comunale di Castel San Giorgio
Consiglio Comunale di Castel San Giorgio

La maggioranza Lanzara incassa anche i voti dell’opposizione. Al termine dei lavori la sindaca ha annunciato l’ottenimento di un nuovo finanziamento di €180.000,00 per l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza della casa comunale.

Tre i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale svoltosi lunedì sera al Comune di Castel San Giorgio: accettazione di una donazione, annullamento in autotela di una delibera ed il conferimento della cittadinanza onoraria al Milite Ignoto. appartenenza, di soldarietà e di amore per questo importante Simbolo della nostra Patria». Al termine dei lavori del consiglio la sindaca Paola Lanzara ha comunicato a tutti i consiglieri

In apertura dei lavori è stata ricordata la figura del prof. Mario Guerrasio, scomparso di recente. Guerrasio è stato un valente amministratore pubblico tra la fine degli anni ’60 ed i primi anni ’70. Appartenente alla Democrazia Cristiana diede un importante contributo alla pianificazione di molti progetti.

Il Consiglio Comunale all’ unanimità dei presenti ha poi accettato la donazione al Comune di Castel San Giorgio di una porzione di un fondo situato in località Santa Croce da parte dei coniugi Salvatore Pepe e Antonietta Salvati.

Da ieri sera anche il Comune di Castel San Giorgio ha conferito la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto,l’iniziativa rientra nelle celebrazioni per il Centenario del Milite Ignoto, aperte lo scorso 2 giugno presso la Sala Bandiere dell’Altare della Patria e che proseguiranno fino al 2 giugno 2022, a conclusione dell’anno di celebrazioni.

Comune di Castel San Giorgio
Comune di Castel San Giorgio

«Il conferimento della cittadinanza onoraria al Milite Ignoto significa rendere omaggio alla forza, al valore e alla tenacia di tutti coloro che, in ogni tempo e in ogni occasione si sono sacrificati per la Patria-ha detto Paola Lanzara – è per noi un atto dovuto per confermare il senso di presenti un altro brillante risultato raggiunto dall’amministrazione comunale.

« Con decreto del Capo del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell’Interno dell’11 novembre scorso, il Comune di Castel San Giorgio è risultato assegnatario di un finanziamento di 180 mila euro da destinare all’efficientamento energetico e messa in sicurezza della casa comunale-ha detto Paola Lanzara – un grazie come sempre agli uffici ma anche all’assessore ai Lavori Pubblici per aver seguito questa ulteriore progettualità.

La buona notizia-ha concluso Paola Lanzara – è che tra pochi giorni, il 31 gennaio, inizieremo già i lavori per la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico della nostra casa comunale ».