La Questura di Salerno ha rimpatriato un algerino responsabile di aggressioni e violenza sessuale

Si tratta di un rimpatrio coattivo con accompagnamento in Algeria

Must read

L’Ufficio Immigrazione della Questura di Salerno, in collaborazione con la Direzione Centrale dell’Immigrazione di Roma, ha eseguito un rimpatrio coattivo con accompagnamento in Algeria. Lo straniero era stato già destinatario di un Provvedimento di Espulsione, quindi trattenuto presso il Centro per Rimpatri di Potenza, ma rilasciato perché non vi erano ancora pronunce sulla pericolosità sociale.

Dopo l’ultima condanna per violenza sessuale e la scarcerazione dall’Istituto di pena di Vallo della Lucania, il personale dell’Immigrazione ha attivato l’iter per l’immediato accompagnamento nella Nazione di provenienza.

In seguito all’attività di collaborazione con altre Forze di Polizia e autorità consolari, coordinata dall’Ufficio Immigrazione della Questura di Salerno, in esecuzione delle direttive del Questore della Provincia di Salerno, D.A. di anni 48, pluripregiudicato per reati di lesioni, violenza sessuale aggravata, ricettazione e resistenza e oltraggio al pubblico ufficiale è partito, insieme al personale di scorta, con volo diretto dall’aeroporto di Roma Fiumicino ad Algeri.

Appena atterrato è stato affidato alla Polizia di Frontiera algerina che era lì ad attenderlo.

- Advertisement -spot_img

More articles

- Advertisement -spot_img

Latest article