Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Frana sulla SP 80, la Procura avvia le indagini. Il Sindaco di Gioi: “Necessario dopo il silenzio della Provincia”

Scritto da Redazione il 10 dicembre 2013 in Cilento. Stampa articolo

frana-gioi-salentoGioi. La Procura del Tribunale di Vallo della Lucania tramite i Carabinieri della Stazione di Gioi ha avviato le indagini di rito per stabilire eventuali responsabilità e lo stato dell’arte sul movimento franoso che ha interrotto la SP 80 di collegamento Gioi a Salento. L’inchiesta è stata ordinata dopo l’ordinanza numero 33 emessa dal sindaco del Comune di Gioi nei riguardi della Provincia per l’immediato ripristino e riapertura dell’arteria.

“E’ stato necessario chiamare in causa la Procura vallese per avere tutela nella richiesta alla Provincia per la SP80, come sarà fatto anche per gli altri interventi finora  promessi  e  disattesi, oramai non si contano gli anni,  sia sulle frane in località Cuculo e Acqua delle Marine sulla SP47 per Vallo della Lucania sia sulla canalizzata sulla stessa arteria al bivio San Paolo, estremamente pericoloso perché direziona il traffico per Orria-Stio, per Omignano, per Cardile-Moio Civitella-Vallo della Lucania”, afferma Andrea Salati sindaco di Gioi.

Nelle more dell’intervento sulla SP80 sono state alla meglio attivate due interpoderali,  in alternativa ai lunghi percorsi per baipassare l’interruzione, indicati dalla Provincia, per consentire per lo meno a piedi ai titolari di aziende agricoli, che insistono sulla strada, di raggiungere i propri territori in questo periodo di raccolta di olive, con difficoltà, ovviamente, di trasporto delle stesse ai frantoi per molitura. “Siamo oramai alla scadenza dei dieci giorni  stabiliti dall’ordinanza per gli interventi necessari. Se la Provincia continua a tacere dopo un ulteriore avviso procederemo al ripristino almeno pedonale dell’arteria per agevolare  in parte chi quotidianamente usufruisce della stessa”, conclude indignato Salati.

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA