Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Strage di Capaci. Cittadinanza onoraria del comune di Sassano a Catello Maresca

Scritto da Redazione il 23 maggio 2014 in Vallo di Diano. Stampa articolo

catello marescaSassano.  Il Comune ha conferito la cittadinanza onoraria al magistrato Catello Maresca della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. La cerimonia di ufficiale del conferimento si è tenuta quest’oggi, in concomitanza con il 22esimo anniversario della strage di Capaci in cui persero la vita per mano della mafia Giovanni Falcone, sua moglie e gli uomini della scorta.

Il magistrato Maresca, dinanzi ad una folta platea di studenti del Vallo di Diano, ha detto: “La mafia casalese può essere paragonata ad un un cancro che lancia metastasi imprevedibili in ogni direzione, quindi nessuna realtà italiana può considerarsi immune da queste infiltrazioni”. Da anni impegnato a combattere la mafia, il pm Maresca ha fornito il suo prezioso contributo per la cattura dei latitanti Michele Zagaria e Antonio Iovine.

Intanto, sulla strage di Capaci si pronuncia anche il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca: “Nel giorno dell’anniversario della strage di Capaci, rendiamo omaggio a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: due servitori dello Stato, figure straordinarie, testimoni civili di quella che doveva diventare una nuova Italia. È importante ricordare quei momenti drammatici di 22 anni fa, non solo per ricordare a noi stessi la presenza di forze della delinquenza organizzata che condizionano la vita e l’economia del nostro paese e che sporcano l’immagine dell’Italia, ma soprattutto per ricordare questi due grandi uomini, che sapevano di essere state condannate a morte dalla mafia”.

“E questo, per un verso ci dice quanto sia stato insufficiente e inadeguato lo Stato italiano nel proteggere questi suoi servitori – continua – per un altro verso ci dice come in un paese sventurato come il nostro possano nascere uomini della tempra, del rigore, della forza morale di Falcone e Borsellino, uomini che vanno incontro al proprio destino senza piegarsi alla criminalità per senso del dovere e dell’onore e per amore di patria”, ha concluso.

 

Be Sociable, Share!

© RIPRODUZIONE RISERVATA