Salernitana Empoli finisce in parità, con due gol a testa

Un tempo a testa. Meglio l'Empoli nel primo tempo. Salernitana più in palla nella seconda frazione di gioco

Must read

Salernitana in campo con il collaudato modulo 3-5-2 e con gli stessi titolari delle partite precedenti. Confermata la coppia in attacco Dia – Bonazzoli e confermati i tre centrali difensivi Bronn – Gyomber -Fazio. Gli ultimi due nuovi acquisti, il difensore Daniliuc e l’attaccante Piatek in panchina, pronti a entrare a gara in corso. Empoli schierato con il modulo 4-3-1-2.

Inizio gara a fasi alterne con l’Empoli piuttosto abbottonato e il baricentro basso e Salernitana più propositiva e votata all’attacco. Poi l’Empoli ha preso un leggero sopravvento, guadagnando una serie di calci d’angolo consecutivi e rendendosi pericoloso intorno al minuto 18. Tre minuti dopo, azione pericolosa della Salernitana con Dia.

Primi 25 minuti con l’Empoli ben messo in campo, compatto e dal buon palleggio. Spazi chiusi per i granata, soprattutto sulle fasce. Gara equilibrata, con predominio degli ospiti e le due squadre guardinghe, in attesa di affondare il colpo e di sfruttare l’eventuale errore degli avversari.

Intorno alla mezz’ora l’Empoli passa in vantaggio con un gol messo a segno da Satriano che ha sfruttato un cross dalla fascia sinistra di Henderson. La Salernitana non sta ripetendo le prove positive e grintose viste nelle gare precedenti e sembra subire eccessivamente la disposizione tecnico – tattica degli avversari. La reazione però non si fa attendere.

Dopo un gol solo sfiorato al minuto 36 con un’azione insistita in area di rigore empolese, ci pensa Mazzocchi, tre minuti dopo, con una penetrazione imperiosa in area a trafiggere Vicario con un rasoterra imparabile. Il match si accende ed entra nel vivo. Alla fine del primo tempo da registrare la evitabile ammonizione a Mazzocchi per l’esultanza dopo il gol e quella a Coulibaly per un fallo di gioco.

Secondo tempo con la Salernitana votata all’attacco e pericolosa nei primi 5 minuti. Ma l’Empoli non sta a guardare e due minuti dopo Sepe para un tiro insidioso perché scoccato da dentro l’area, ma piuttosto centrale. Mazzocchi, migliore in campo per i granata, con le sue sgroppate rappresenta un’autentica spina nel fianco della retroguardia Toscana.

Al 15° minuto Nicola manda in campo forze fresche. In attacco Piatek prende il posto di Bonazzoli, mentre in difesa Daniliuc sostituisce Gyomber. Al 19° corner per la Salernitana, batte Vilhena e segna Dia con un tocco sotto misura. Salernitana che completa la rimonta e si porta in vantaggio. Esplode l’entusiasmo all’Arechi. Al 30° minuto altra sostituzione in casa granata. Fuori Maggiore dentro Kastanos.

Al 39° si concretizza un’altra distrazione difensiva per la Salernitana e Lammers non perdona mettendo a segno il gol del pareggio, con la complicità della deviazione di Fazio. Nei minuti seguenti è l’Empoli a rendersi più pericoloso, con azioni insistite nei pressi dell’area di rigore granata, legittimando così il punto preso in extremis.

Da segnalare le due ulteriori sostituzioni decise da Nicola che ha buttato nella mischia Butheim per Dia e Bradaric per Mazzocchi. Il forcing finale della Salernitana, purtroppo, non porta al gol e la gara termina sul risultato di parità, tutto sommato giusto, tra due squadre che si sono date battaglia a viso aperto e si sono equivalse.

Per la Salernitana da segnalare l’ottima prestazione di Dia, autore della sua terza rete in campionato, la gara superlativa sulla fascia sinistra giocata da Mazzocchi e l’esordio positivo di Daniliuc e Piatek. Vilhena, meno brillante del solito, ha comunque dato il suo valido contributo alla costruzione della manovra offensiva, stesso discorso per Candreva che, però, si è perso Henderson in occasione del gol del vantaggio dell’Empoli. Bonazzoli, prestazione non al top e piuttosto anonima. Male Fazio in difesa.

Le sostituzioni fatte da Nicola nel secondo tempo hanno evidenziato l’ampia scelta di soluzioni alternative in difesa e in attacco, mentre a centrocampo l’allenatore non sembra avere la stessa abbondanza d’interpetri in panchina. Forse in questo reparto, in attesa del rientro in squadra dell’infortunato Bohinen, qualche altro tassello di spessore andava inserito.

Il prossimo turno vedrà la Salernitana impegnata in una difficile trasferta sul campo della Juventus. Davide Nicola in conferenza stampa post partita si è detto molto incuriosito dalla prossima sfida che attende la sua squadra, chiamata a battersi contro una delle big del Campionato.

TABELLINO E PAGELLE

Salernitana – Empoli 2 – 2

Reti: 31′ pt Satriano (E), 39′ pt Mazzocchi (S), 16′ st Dia (S), 36′ st Lammers (E).

Salernitana: Sepe 6,5, Bronn 6,5, Bonazzoli 5,5 (11′ st Piatek 6,5), Vilhena 6,5, Fazio 5, Coulibaly 6,5, Gyomber 6 (11′ st Daniliuc 7), Maggiore 6,5 (26′ st Kastanos 6, Dia 7 (37′ st Botheim 6), Mazzocchi 8 (37′ st Bradaric s.v.), Candreva 6. All. Davide Nicola 7

A disposizione: Fiorillo, De Matteis, Sambia, Valencia, Capezzi, Motoc, Iervolino, Pirola.

Empoli: Vicario 6, Grassi 6,5 (32′ st Marin 5,5), Lammers 7, Henderson 6,5 (21′ st Bajrami 5,5), Satriano 6,5 (32′ st Ekong 6), Pjaca 7 (12′ st Akpa Akpro 5), Stojanovic 5,5, Haas 5 (12′ st Bandinelli 5)), Luperto 6, Ismajili 5,5, Parisi 7. All. Paolo Zanetti 7

A disposizione: Perisan, Ujkani, Cacace, Walukiewicz, De Winter, Degli Innocenti, Fazzini.

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo.

Assistenti: Alessandro Lo Cicero (sez. Brescia) – Niccolò Pagliardini (sez. Arezzo).

IV Uomo: Daniele Rutella (sez. Enna).

Var: Davide Ghersini (sez. Genova).

Assistente Var: Federico Longo (sez. Paola).

Ammoniti: Mazzocchi, Coulibaly, Kastanos (S), Satriano, Akpa Akpro (E).

Angoli: 6 – 7

Recupero: 2′ pt, 5′ st.

Spettatori: 18173

- Advertisement -spot_img

More articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -spot_img

Latest article