Due rigori inesistenti e un’espulsione ingiusta: il Napoli ringrazia Pairetto e il Covid

Campionato di calcio di serie A sempre più falsato dalla pandemia di covid-19 che i vertici calcistici, purtroppo, stanno colpevolmente sottovalutando

Must read

Schiavone, calciatore da poco reduce dal covid-19, ha subito l’inevitabile stiramento muscolare non avendo potuto allenarsi con continuità ed essendo ancora alle prese con i postumi della convalescenza. In campo a Napoli sono scese diverse riserve della Salernitana, perché la maggior parte dei titolari erano assenti per covid. Quelli scesi in campo, inoltre, non erano al top della forma fisica a causa dei saltuari allenamenti e in panchina c’erano quasi esclusivamente giovani della primavera.

Nell’intervallo del match, a detta di Colantuono, diversi calciatori granata hanno vomitato a causa dello sforzo atletico profuso in una condizione fisica precaria perché poco allenati, essendo da poco negativizzati.

In questa situazione, già di per sé critica, l’arbitro del match Napoli Salernitana, il Sig. Pairetto, ha commesso quattro errori madornali a favore dei partenopei, in particolare concedendo due rigori inesistenti e comminando due ammonizioni ingiuste a Veseli, poi espulso.

Nel recupero del primo tempo, sul risultato di 1-1, Elmas, sfiorato da Veseli, si tuffa pensando di essere in piscina e Pairetto abbocca all’amo come un principiante. Ammonizione per il difensore e Calcio di rigore realizzato da Mertens che riporta in vantaggio il Napoli.

Dopo la rete iniziale dei partenopei, al 18° minuto, di Juan Jesus, piuttosto fortunosa in seguito ad una mischia in area, al 33° minuto la squadra granata aveva raggiunto il meritato pareggio al culmine di una ripartenza micidiale avviata da Obi, con assist di Kechrida e gran gol di Bonazzoli.

La rete del pareggio aveva dato slancio e coraggio alla Salernitana. Il grave errore arbitrale, confermato dalle immagini televisive e non valutato in maniera corretta dal var, nei minuti di recupero, ha frustrato in maniera decisiva la reazione della squadra ospite che ha accusato il colpo.

Napoli Salernitana Colantuono in panchina – photo Ianuale da ussalernitana1919.it

Il secondo tempo ha visto scendere in campo una Salernitana timorosa e disorientata, anche a causa delle problematiche sanitarie palesate da diversi calciatori nell’intervallo. Il Napoli ne ha subito approfittato trovando un altro gol con Rahmani su cross di Mertens, dopo due minuti dal fischio d’inizio.

Dopo tre minuti, il colpo del KO per la squadra del cavalluccio marino è arrivato dal secondo errore arbitrale, anche in questo caso con la compiacenza del var. Secondo penalty inventato da Pairetto, in evidente giornata no. Veseli intercetta col fianco un tiro ravvicinato di Mertens, la palla poi rimbalza sul braccio. Rigore, realizzato da Insigne, e secondo giallo con conseguente espulsione. Ci viene da chiedere, ma il var a che cosa serve?

Gara senza storia, quindi, ma soprattutto con lo sport grande assente. Dopo il match farsa con la Lazio un’altra partita / non partita, con l’aggravante degli errori arbitrali. Questo non è calcio, è l’anti-calcio. Ci chiediamo se coloro che pagano i biglietti o gli abbonamenti TV siano contenti di assistere a competizioni del genere.

C’è poco da commentare sul piano tecnico – tattico, né si possono esprimere giudizi sulle prestazioni degli atleti.

Napoli – Salernitana 4 – 1

Reti: 17′ pt Jesus (N), 33′ pt Bonazzoli (S), 48′ pt Mertens (N), 2′ st Rrahmani (N), 6′ st Insigne (N).

Napoli: Meret, Jesus, Mario Rui (30′ st Ghoulam), Elmas, Fabian (19′ st Politano), Lozano (1′ st Insigne), Rrahmani, Mertens (19′ st Osimhen), Zielinski, Di Lorenzo (30′ st Zanoli), Lobotka. All. Luciano Spalletti

A disposizione: Marfella, Ospina, Malcuit, Tuanzebe, Demme, Petagna.

Salernitana: Belec, Veseli, Schiavone (36′ pt Jaroszynski), Bonazzoli (33′ st Simy), Di Tacchio, Obi, Kechrida, Bogdan, Gagliolo, Delli Carri, Vergani (17′ st Russo). All. Stefano Colantuono

A disposizione: Russo, Guerrieri, Cannavale, Motoc, Perrone, Iervolino, Guida.

Arbitro: Luca Pairetto di Nichelino.

Assistenti: Salvatore Longo (sez. Paola) – Matteo Bottegoni (sez. Terni).

IV Uomo: Francesco Cosso (sez. Reggio Calabria).

Var: Luca Banti (sez. Livorno).

Assistente Var: Giovanni Baccini (sez. Conegliano).

Ammoniti: Delli Carri, Obi, Veseli (S).

Espulsioni: Veseli (S).

Angoli: 10 – 0

Recupero: 2′ pt.

- Advertisement -spot_img

More articles

- Advertisement -spot_img

Latest article