Nocera Inferiore: un anno di libri per Domenico Rea

Domani nell’aula magna della Curia vescovile una mattinata di studi sul cantore di Nofi

Must read

Mercoledì 26 gennaio la Curia vescovile di Nocera Inferiore ospita una giornata di studi su Domenico Rea. A partire dalle ore 9.00 si terrà l’iniziativa sul tema “2021, da Napoli a Nofi. Un anno di libri per Domenico Rea”, in omaggio al grande protagonista della letteratura italiana contemporanea, che ha vissuto l’infanzia e la giovinezza a Nocera Inferiore.

Una data emblematica, perché è quella del giorno della morte di Domenico Rea, scomparso a Napoli il 26 gennaio 1994. L’evento, organizzato nell’ambito delle iniziative promosse dal Comitato nazionale per le celebrazioni del Centenario della nascita di Domenico Rea, si aprirà con i saluti del vescovo della diocesi di Nocera Inferiore-Sarno, mons. Giuseppe Giudice, del sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, del rappresentante del Comitato nazionale, Vincenzo Caputo, ricercatore presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, e del direttore del DipSUm dell’Università degli Studi di Salerno, Carmine Pinto.

A seguire, gli interventi di Raimondo Di Maio, Alessio Forgione, Vincenzo Salerno, Nicla Iacovino, Lucia Rea, Rita Fusco, Rosario Petrosino, Rosa Maria Grillo, Sebastiano Martelli e Lorenzo Pone.

Manifesto – Domenico Rea

Tre sessioni dedicate agli editori napoletani e salernitani, con i contributi di scrittori, critici d’arte docenti universitari. A conclusione dei lavori verrà presentato il libro “Cappuccia” – stampato per i tipi delle edizioni Oèdipus e curato da Francesco G. Forte – primo volume del nuovo anno dedicato all’opera reana. All’editore nocerino, scomparso nella giornata di ieri, sarà dedicato un breve ricordo da parte dei presenti.

A conclusione dei lavori è prevista l’inaugurazione della mostra documentario/fotografica a cura di Mudif-Didrammo e Polo Bibliotecario Unisa e la visita al Museo diocesano “San Prisco”, a cura di Salvatore Alfano, Maria Rosaria Califano, Vincenzo Petrosino e Ernesto Terlizzi.

Accesso consentito con Green pass.

- Advertisement -spot_img

More articles

- Advertisement -spot_img

Latest article