Salernitana a Udine con onore. Solo un pari, ma avrebbe meritato di più

La gara è terminata a reti inviolate, ma le emozioni nel corso del match non sono mancate, soprattutto per merito dei granata

Must read

Dopo un primo tempo più equilibrato, con due nitide occasioni gol per la Salernitana nei primi 18 minuti e un paio di azioni pericolose dell’Udinese nel prosieguo della prima frazione di gioco, nel secondo tempo, anche grazie alla superiorità numerica per l’espulsione di Perez al 49° minuto, i granata allenati da Davide Nicola hanno preso il sopravvento sui friulani, creando altre occasioni da gol, mentre i bianconeri sono andati via via spegnendosi.

Clamorose le palle gol capitate sui piedi di Bonazzoli prima e Fazio poi, entrambi a tu per tu con il portiere friulano nella fase iniziale del match. Dal 19° minuto e fino al termine della prima frazione di gioco l’Udinese prende il sopravvento e crea alcuni pericoli in area granata, in particolare al 36°, un errore di Radovanovic, un retropassaggio a Deulofeu, per poco non fa passare in vantaggio l’Udinese. L’attaccante bianconero colpisce il palo.

Oltre a Deulofeu, anche Udogie e Makengo danno molto filo da torcere ai granata. Al 40° si rifà viva la Salernitana, Mazzocchi si libera fuori area e scocca un tiro insidioso, deviato in angolo da Silvestri, non senza apprensione.

In pieno recupero del primo tempo, per la precisione al 49°, Perez commette un fallo tattico molto ingenuo, sgambetta Mazzocchi andando direttamente sulle gambe e Aureliano non può far altro che mostrargli il cartellino rosso ed espellerlo. Udinese costretta a giocare in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo, contro una Salernitana coriacea e bene organizzata.

Nel secondo tempo la Salernitana sostituisce Radovanovic con Bradaric e Botheim con Dia. Bonazzoli torna sulla fascia destra, a lui più congeniale, mentre Candreva va ad occupare il ruolo di mezz’ala destra con Maggiore in posizione di Play davanti alla difesa. L’Udinese manda in campo Lovric al posto di un ispirato Makengo, forse perché ammonito, e passa alla difesa a quattro attuando il modulo 4-3-2 per sopperire all’uomo in meno.

Bronn in difesa – da ussalernitana1919.it

Al 51° la catena di destra granata, Candreva – Mazzocchi, porta a un cross per Bonazzoli che stoppa e tira a rete, mettendo sul fondo. Ottima azione in velocità della Salernitana. Dia si fa notare per un paio di ripartenze veloci, mostrando le sue qualità in attacco. Al 58° Deulofeu si invola in area e serve al centro un pallone pericoloso ma Gyomber respinge. Un minuto dopo Walace tira dal limite abbondantemente alto sulla traversa.

Al 63° ottima giocata di Vilhena che serve all’indietro Bonazzoli che tira a rete ma il suo tiro viene murato dai difensori dell’Udinese. Al 66° occasione per la Salernitana. Candreva, servito da un ispirato Dia, tira dai 25 metri e Silvestri devia in angolo togliendo il pallone da sotto la traversa. Al 68° Gyomber anticipa Beto, lanciato a rete, mettendo in angolo.

Al 70° Dia, servito con il tacco da Vilhena, anticipa Silvestri e serve al centro un pallone che Bonazzoli non riesce ad intercettare. Altra occasione per la Salernitana. Al 73° Maggiore perde palla nei pressi dell’area dell’Udinese, Deulofeu si invola e viene steso da Gyomber che frappone il suo corpo. Ammonizione per il difensore granata e punizione dal limite, in posizione molto pericolosa. Tira Deulofeu, respinta della barriera, tira ancora Deulofeu, deviato in angolo.

Al 78° cross di Mazzocchi, servito da Candreva, Colpo di testa di Bonazzoli e miracolo di Silvestri che toglie il pallone da sotto il sette della traversa. Grandissima occasione gol per i granata di Davide Nicola. Continua a funzionare bene la fascia destra della Salernitana. Da qui al termine del match da annotare solo la sostituzione di Candreva con Valencia.

Vilhena a centrocampo – da ussalernitana1919.it

Partita equilibrata tra due squadre ben messe in campo e con qualità. Più manovre e palleggio per i friulani, ma le occasioni più clamorose per passare in vantaggio le ha avute la Salernitana che avrebbe meritato di vincere. Alla fine, il punto guadagnato in classifica premia l’ottimo impianto di gioco della Salernitana che ha manovrato con raziocinio e determinazione, mostrando una buona organizzazione a centrocampo, un reparto difensivo solido, e interessanti individualità in attacco. Su tutti hanno bene impressionato in fase offensiva Candreva, Bonazzoli, Vilhena, Dia e Mazzocchi. Positivo anche l’esordio di Bradaric sulla fascia.

Tabellino e pagelle del match

Udinese – Salernitana 0 – 0

Udinese: Silvestri (7), Masina (6), Makengo (6) (1′ st Lovric (6)), Success (5,5) (23′ st Beto (6)), Deulofeu (6) (35′ st Arslan (s.v.)), Walace (5,5), Udogie (6,5), Perez (5), Bijol (s.v.) (24′ pt Nuytinck (6)), Pereyra (6,5), Becao (6,5). All. Andrea Sottil (6,5)

A disposizione: Padelli, Piana, Ebosele, Abankwah, Palumbo, Ebosse, Samardzic, Benkovic, Nestorovski, Guessand, Pafundi.

Salernitana: Sepe (6,5), Bronn (6), Bonazzoli 6,5), Vilhena (6,5), Botheim (5,5) (1′ st Dia (6,5)), Radovanovic (5) (1′ st Bradaric 6), Fazio (6), Gyomber (7), Maggiore (5,5), Mazzocchi (7), Candreva (6) (44′ st Valencia s.v.). All. Davide Nicola (7)

A disposizione: Micai, Sorrentino, Veseli, Sambia, Kristoffersen, Boultam, Kechrida, Capezzi, Motoc, Iervolino.

Arbitro: Gianluca Aureliano di Bologna.

Assistenti: Daniele Bindoni (sez. Venezia) – Davide Imperiale (sez. Genova).

IV Uomo: Daniele Perenzoni (sez. Rovereto).

Var: Luigi Nasca (sez. Bari).

Assistente Var: Giacomo Paganessi (sez. Bergamo).

Ammoniti: Makengo, Walace (U), Bonazzoli, Bradaric, Bronn, Gyomber (S).

Espulsioni: Perez (U).

Angoli: 6 – 6

Recupero: 5′ pt, 4′ st.

- Advertisement -spot_img

More articles

- Advertisement -spot_img

Latest article